Olio di ricino: benefici e utilizzi benefici e cosmetici

Olio di ricino: benefici e utilizzi benefici e cosmetici

Benefici e utilizzi benefici e cosmetici dell'olio di ricino? Ecco come impiegarlo nella vita di tutti i giorni, come rimedio naturale della nonna

da in Benessere, Estetica e Trattamenti
Ultimo aggiornamento:

    Olio di ricino

    Benefici e utilizzi benefici e cosmetici dell’olio di ricino? Questo pregiato olio vegetale viene estratto dai semi della pianta del ricino – di cui la maggior produttrice è l’India – e vanta ottime proprietà che gli permettono di essere utilizzato in diversi ambiti – come per l’impiego di farmaci, profumi e saponi, ad esempio – tra cui quelli riguardanti la salute e la bellezza. Vediamo, nel dettaglio, i suoi benefici ed utilizzi benefici e cosmetici ed impariamo come impiegarlo nella vita di tutti i giorni, come rimedio naturale della nonna.

    Benefici

    Quest’olio denso e viscoso è considerato da sempre un lassativo naturale: da qualche tempo a questa parte, però – per via delle controindicazioni dovute alla presenza di ricina, sostanza tossica – è sempre meno usato in questa circostanza; anche se, a volte, la sua assunzione viene consigliata soltanto in piccole dosi. La composizione dell’olio di ricino comprende acidi grassi e trigliceridi, che lo rendono adatto come rimedio naturale in molti casi. Chi soffre di costipazione può utilizzarlo per via delle sue – già nominate – proprietà lassative: un cucchiaio a stomaco vuoto, per non più di tre giorni, mescolato ad un succo di frutta o qualcosa che aiuti a coprirne il gusto poco gradevole. Inoltre, alcuni studi hanno messo in evidenza i benefici dell’olio di ricino in caso di artrite, come quella settica tra le altre: massaggi sulla parte infiammata o, meglio ancora, impacchi da posizionare sulla parte dolorante per 45 minuti – insieme ad una borsa dell’acqua calda – pare abbiano degli effetti positivi. Quest’ultimo metodo può essere valido anche per combattere i pruriti e le irritazioni, immergendo del cotone nell’olio e tenendolo sulla parte interessata – aiutandosi con della pellicola per alimenti – per tutta la durata della notte. L’olio di ricino è anche un antimicotico naturale contro batteri e virus e, dunque, adatto per chi ha problemi come la cheratosi, la tigna o l’acne.

    In ogni caso, quando si accusano alcuni dei sintomi e dei disturbi sopra citati, è sempre bene rivolgersi al proprio medico per individuarne le cause e la cura più adeguata.

    Utilizzi benefici e cosmetici

    Nell’ambito della cosmesi, questo importante olio vegetale può essere utilizzato in molti modi diversi. L’olio di ricino vanta delle proprietà ammorbidenti, rigeneranti e rinforzanti rilevanti, per cui ne è possibile l’utilizzo sulla pelle per renderla liscia e morbida e sui capelli sfibrati e secchi, tramite impacchi notturni seguiti da shampoo mattutini: è capace, infatti, di riequilibrare la quantità di grasso nei capelli – evitando loro di cadere, spezzarsi ed il formarsi delle doppie punte – e di ammorbidire la pelle indurita per vari motivi. Oltre a ciò, può essere usato nel caso di verruche e ferite per accelerarne la guarigione: nel primo caso, massaggiate le verruche in modo circolare, due volte al giorno e per 15 minuti circa; nel secondo caso, mettete una garza impregnata di olio sulla parte interessata per tutto il giorno. L’olio di ricino è di aiuto anche per la pulizia dei pori e contro i punti neri e le occhiaie. Infine, questo prezioso olio è ottimo per rafforzare e rendere lisce sopracciglia, ciglia ed unghie: mescolatelo a dell’olio extravergine di oliva ed applicatelo utilizzando un pennellino pulito o un bastoncino di cotone.

    641

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEstetica e Trattamenti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI