Oli essenziali: Arancio dolce

Oli essenziali: Arancio dolce

L'arancio dolce ha delle ottime risorse naturali che lo rendono adatto per la cura di stati ansiosi e di tensione, per la digestione, la prevenzione della stipsi e per curare il meteorismo intestinale

da in Ansia, Epidermide, Medicine non Convenzionali, Oli Essenziali, Pelle, Rughe
Ultimo aggiornamento:

    Arancio Dolce

    L’arancio dolce, noto in botanica con il nome di Citru Sinensis, è una pianta originaria della Cina, che è stata introdotta in Italia dagli Arabi, che la hanno portata in Sicilia e in Calabria dove notoriamente sono insediate le più vaste coltivazioni della nazione.

    L’arancio è conosciuto come frutto principalmente, ha una buona impiegabilità nella cucina e come frutto da consumarsi anche lontano dai pasti. Dolce ma non troppo, acido ma non eccessivamente, è un frutto che può essere consumato da solo o con altre pietanze.

    Dell’arancio dolce abbiamo detto già molte cose, se non che è coltivabile e utilizzabile anche come olio essenziale, per la sua aromaticità, per la sua facilità di estrazione e per la sua utilità nella cura dell’organismo. Vediamo insieme per cosa può essere impiegato l’arancio dolce.

    L’olio essenziale dell’arancio viene tratto dalla sua scorza, a seconda del tipo di arancio la scorza può essere più o meno completa di Vitamine, sali minerali e sostanze utili alla cura dell’organismo.

    I tipi di olio essenziale che si traggono dall’arancio dolce sono ottenuti attraverso la spremitura dei frutti freschi, ma non solo la buccia, anche i fiori e le foglie dell’albero possono dare oli essenziali, ad esempio è il caso dell’olio essenziale più conosciuto, il Neroly.


    La pianta
    può essere usata per la cura della pelle e per guarire dagli inestetismi della cellulite, specialmente nel caso in cui i segni della ritenzione idrica siano leggeri e alle prime smagliature.

    L’applicazione di una crema idratante con olio essenziale è una buona prassi anche per la prevenzione delle rughe.

    L’olio essenziale di arancio dolce viene primariamente impiegato nei casi in cui si manifestino momenti di ansia, nervosismo e tensione, ottimo calmante e coadiuvante alla prevenzione degli attacchi di ansia, se inalato e respirato nel momento di attacco della crisi.

    Può essere utile il suo uso nei momenti in cui ci siano delle difficoltà nella digestione: assunto con infuso di finocchio rende più facile la prevenzione del meteorismo intestinale e della stipsi.

    Il suo uso prolungato sulla pelle specie del viso può essere poco indicato, per la sua azione levigante e ringiovanente non va usato prima di esporsi ai raggi solari per l’abbronzatura, renderebbe la pelle sensibile e soggetta a screpolature o scottature anche gravi.

    Le immagini sono tratte dal portale Lilla Natura

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaEpidermideMedicine non ConvenzionaliOli EssenzialiPelleRughe
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI