Occhiali: i bambini e la luce solare

Occhiali: i bambini e la luce solare

La vista nei bambini è fortemente condizionata dal modo in cui vivono il gioco: giocare all'aperto aiuta il bulbo oculare a crescere bene, in tutti i suoi stimoli, aiutandolo nel vedere grazie alla dopamina, che concorre alla formazione di un bulbo sano e ben formato

da in Bambini, Benessere, Miopia, Primo Piano, occhiali
Ultimo aggiornamento:

    Occhiali

    Occhiali: la luce del sole e la vista, uno studio dei ricercatori di Sidney dimostra che c’è una relazione fra la luce solare e i disturbi della vista, ne parla la dott.ssa Stefania Piloni a commento di una ricerca curata dall’Australian Research Council’s Vision Centre: lo stimolo che la luce del sole ha sulla dopamina aiuta a stimolare la crescita del bulbo oculare dei bambini.

    La miopia infantile in alcuni casi è dovuta a una cattiva influenza che la dopamina ha sulla cerscita del bulbo, in questi casi, secondo i ricercatori australiani, ci possono essere delle gravi ripercussioni sulla vista dei bambini. Ecco allora che diventa fondamentale per i piccoli in età scolare fra il sei e i sette anni giocare all’aperto in alcuni momenti della giornata.

    Lo studio ha confrontato i problemi della vista dei bambini che giocano all’aperto con i problemi della vista dei bambini che invece permangono per molto tempo al chiuso, davanti a monitor e video televisioni: il risultato dimostra che i disturbi alla vista dei bambini che rimangono chiusi a giocare davanti ai monitor sono dieci volte superiori a quelli dei bambini che invece giocano anche all’aperto. Non è chiaro se questo dipenda solo dalla luce solare, ma molto è dovuto alla mancanza di stimolo del bulbo.

    Il gioco all’aperto in generale favorisce lo sviluppo delle capacità visive nel bambino, che si trova a confrontarsi con stimoli dei più vari: i muscoli del corpo necessitano di stimoli per svilupparsi, per cui diventa importante anche per la vista che il bambino possa stare all’aperto.

    All’aperto l’occhio compie una naturale ginnastica oculare, che aiuta a crescere con misura tutto il bulbo, quindi per questo può sviluppare tutte le sue potenzialità. L’occhio non va sovrastimolato e l’occhiale del bambino non deve essere completamente esaustivo della carenza di vista, in questo caso l’occhio, anche se vive all’aperto, si rilassa e la perdita della vista è progressivamente degenerante.

    Non vale per tutte le patologie, ma il principio è valido per il bambino e per lo sviluppo del suo occhio, che deve fare un piccolo sforzo per mantenersi attivo e non peggiorare il progredire della malattia.

    Le immagini sono tratte dal sito internet di E Shop e alcune informazioni sono tratte dall’intervista a Stefania Piloni curata dalla compagnia Life Gate

    449

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenessereMiopiaPrimo Pianoocchiali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI