by

Occhi rossi: che fare?

Sabato 10/11/2007 da Martina Cecco in Malattie

    occhio

    Al mattino all’improvviso uno o entrambi gli occhi sono rossi, magari anche gonfi e fanno prurito o danno fastidio, al punto che e’ quasi impossibile non strofinarli con le mani, fino a che il rossore diventa cosi’ forte da causare una intensa lacrimazione.

    E non basta usare il collirio rimasto in casa dopo l’ultima irritazione degli occhi, al contrario bisogna recarsi all’oculista o al pronto soccorso per intervenire con un prodotto specifico, anche se nella maggioranza dei casi si tratta semplicemente di una irritazione dovuta a un contatto superficiale con della materia irritante e in quel caso l’arrossamento passa dopo alcuni lavaggi con abbondante acqua tiepida.
    E’ necessario recarsi da uno specialista perche’ a volte il rossore persiste ai trattamenti locali, perche’ c’e’ sotto qualcos’altro: potrebbe essere un fatto allergico, i pollini e le polveri possono infatti causare la lacrimazione e il gonfiore con arrossamento degli occhi, ma potrebbe anche solo essere colpa dell’aria piu’ asciutta, che con il vento o con il caldo o freddo eccessivo alterano la normale condizione dell’occhio e lo irritano arrossandolo.
    Ad esempio, chi rimane all’esterno per molto tempo o sosta in ambienti infestati da agenti irritanti, e’ sottoposto a condizioni adatte per lo sviluppo del rossore degli occhi, accade ad esempio perche’ il fumo da sigaretta o lo smog sono troppo concentrati per essere tollerati o semplicemente perche’ nell’ambiente frequentato ci sono dei virus e dei batteri che lo infettano e di conseguenza vanno ad infettare anche gli occhi.

    Allora, come si fa a capire se il rossore degli occhi che si presenta al mattino appena alzati e’ dovuto a una banale irritazione o se sotto c’e’ qualcosa di molto piu’ grave? Potrebbe infatti trattarsi di congiuntivite o di ulcerazione della cornea, e per capire di che cosa si soffre e’ necessario sottoporsi a un controllo medico.

    SCRITTO DA Martina Cecco PUBBLICATO IN Malattie Sabato 10/11/2007