Occhi: nuovo dispositivo terapeutico per infiammazioni

Il CHMP (Committee for Medicinal Products for Human Use) dell’Agenzia europea del farmaco, ha autorizzato il commercio dell’ Ozurdex, nuovo dispositivo per infiammazioni oculari

da , il

    occhi dispositivo infiammazioni

    L’autorizzazione al commercio di un nuovo dispositivo per alcune infiammazioni agli occhi, è stata decretata. La patologia in esame è l’uveite, un’infiammazione che colpisce, come dice il nome stesso l’uvea, componente della tunica media (vascolare) dell’occhio. Il farmaco utilizzato per il trattamento dell’uveite è il desametasone, che ora è disponibile sottoforma di questo dispositivo.

    L’autorizzazione è stata decretata dal CHMP (Committee for Medicinal Products for Human Use) dell’Agenzia europea del farmaco; ora il desametasone, nome commerciale Ozurdex, è disponibile sottoforma di impianto intravitreale in applicatore, in un dosaggio di 700 microgrammi. La decisione, da parte del CHMP, è stata presa dopo aver valutato i risultati di uno studio HURON (cHronic Uveitis evaluation of the intRavitreal dexamethasONe implant), durato 26 settimane e condotto su 229 pazienti trattati con Ozurdex con dosaggi di 0,35mg o 0,7mg o con trattamento simulato.

    Come si usa il dispositivo? Attraverso un’iniezione intravitreale grazie ad un sistema di somministrazione a polimero solido, consente un rilascio di desametasone graduale per 6 mesi. Grazie a questa novità sia i medici che i pazienti potranno trattare più facilmente certe infiammazioni, come l’uveite e l’edema maculare secondario a occlusione venosa retinica. Per quest’ultima patologia l’Ozurdex è già utilizzato in molto Paesi europei.