Obesità: una soluzione, frutta e verdura gratis a scuola

da , il

    Obesi

    Per contrastare il sovrappeso e l’obesità su iniziativa dell’Unione Europea, s’è dato vita al programma che prevede con Fondi Comunitari di finanziare l’acquisto e distribuzione gratuita di frutta e verdura nelle scuole. Un programma ambito che ascende dalla necessità di ridurre l’esercito di 22 milioni di bambini in sovrappeso nella sola Europa di cui almeno 5 milioni obeso.Una vera e propria emergenza sanitaria in vista anche del fatto che questo numero impressionante di candidati a gravi patologie metaboliche, una per tutte il diabete, con le conseguenze che questa malattia determina in chi vi soffra, è destinato ad aumentare di circa mezzo milione di nuovi individui ogni anno.

    Atteso dunque, che fondamentale per non incorrere in queste condizioni pre-patologiche e in molti casi già classificate come malattia vera e propria, è l’alimentazione, si tende col programma della Comunità Europea ad abituare i cittadini, partendo dalle fasce più giovani, ad insegnar loro ad alimentarsi in maniera più corretta.

    Si chiama dunque, “Strategia europea sugli aspetti sanitari connessi alla nutrizione, al sovrappeso e all’obesità”, l’iniziativa della UE tendente anche ad individuare le cause per poi studiare le soluzioni al problema derivante dal fatto che in Europa le famiglie a più basso reddito consumano meno frutta e verdura, una prima soluzione può essere quella di individuare proprio fra gli individui più economicamente esposti degli altri, quelli cui prevedere la somministrazione gratuita di frutta e verdura a scuola.

    Tali provvedimenti non sono del tutto nuovi per la Comunità Europea, si pensi che analoghe iniziative sono state già portate avanti negli anni, ma oggi si è previsto un fondo di 90 milioni di euro all’anno in più, per estendere l’iniziativa anche altrove.

    “Questa proposta dimostra che siamo decisi a prendere misure concrete per combattere l’obesità” ha dichiarato Mariann Fischer Boel, commissaria all’Agricoltura e allo Sviluppo rurale in occasione di un evento organizzato alla Falkenhausschule, Gross-Herzog-Friedrich-Strasse 23, Kehl, in Germania, per il lancio dell’iniziativa.

    “È fondamentale dare ai bambini buone abitudini alimentari nell’infanzia perché le manterranno negli anni successivi. Sono troppi i bambini che non mangiano abbastanza frutta e verdura e spesso non sanno quanto siano buone. Basta percorrere le strade principali delle nostre città per rendersi conto dell’entità del problema rappresentato dai bambini sovrappeso. Dobbiamo fare qualcosa per rimediarvi!”.