Obesità: mangiare più dolce per provare piacere

Obesità: mangiare più dolce per provare piacere

Secondo un team di scienziati americani siamo oggi nelle condizioni di spiegare le motivazioni che spiegherebbero il motivo secondo il quale le persone obese ricorrono più di quelle magre allo zucchero e alle sostanze dolci in generale

da in Alimentazione, Dopamina, Neurotrasmettitori, News Salute, Obesità
Ultimo aggiornamento:

    Obeso

    Interessante studio americano che ha trovato spazio nella pubblicazione scientifica Journal of Neurophysiology, riguardo all’obesità. Secondo un team di scienziati americani siamo oggi nelle condizioni di spiegare le motivazioni che spiegherebbero il motivo secondo il quale le persone obese ricorrono più di quelle magre allo zucchero e alle sostanze dolci in generale.

    La motivazione sarebbe da ricercarsi nel fatto che negli obesi si sarebbe riscontrata una quantità di dopamina, il neurotrasmettitore che conduce al piacere, in concentrazione minore il che equivarrebbe al fatto di provare meno gusto nel cibo col risultato che per rendere equiparabile il piacere della tavola e di ciò che si assume con gli alimenti a quello delle persone magre, bisogna consumare sempre maggiori razioni, possibilmente dolci.

    Dunque, così come riscontrato sperimentalmente anche nei ratti obesi, anche questi animali venivano “anestetizzati “ nei sapori a causa della condizione di soprappeso, col risultato che durante gli esperimenti dovevano mangiare di più per provare lo stesso piacere che avrebbero provato altri ratti non obesi.

    217

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDopaminaNeurotrasmettitoriNews SaluteObesità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI