Obesità infantile: cause, conseguenze e come prevenirla

Obesità infantile: cause, conseguenze e come prevenirla
da in A tutta natura, Bambini, Obesità
Ultimo aggiornamento: Domenica 10/04/2016 08:10

    obesita-infantile

    L’obesità infantile è un problema molto diffuso nei Paesi occidentali, fonte di costante preoccupazione visto che le percentuali, negli ultimi anni, sono aumentate in modo allarmante. Per quanto riguarda i bambini, si parla di obesità quando il loro peso supera del 20% il cosiddetto peso ideale, calcolato in base al BMI. Il pericolo maggiore è dovuto al fatto che il problema, molto spesso, si protrae in età adulta, con tutte le conseguenze del caso. É risaputo, infatti, che un peso eccessivo indebolisce l’organismo, rendendolo più vulnerabile a diverse patologie croniche: dall’ictus all’ipertensione arteriosa, dal diabete alle osteoartriti fino addirittura ad alcune forme di cancro. La situazione italiana rientra purtroppo nelle statistiche generali, con un numero sempre più elevato di bambini obesi e sovrappeso, concentrati in particolare nel Sud. Ma quali sono le cause principali e come prevenire e affrontare l’obesità infantile?

    correggere-abitudini-alimentari

    L’obesità infantile dipende molto spesso da abitudini alimentari scorrette: sono molti i bambini che saltano la prima colazione o che fanno merende sbilanciate a metà mattinata. C’è anche chi rinuncia a frutta e a verdura, alimenti assolutamente indispensabili per una corretta crescita, mentre altri esagerano con il consumo di bevande gasate o zuccherate. Tutte abitudini che aumentano vertiginosamente le probabilità di sovrappeso e obesità. Il primo passo per prevenire questi disturbi consiste, quindi, nel modificare l’alimentazione quotidiana, privilegiando prodotti ortofrutticoli, grassi di origine vegetale come olio extravergine di oliva, carboidrati come pasta, pane, riso. Va invece ridotto il consumo di cibi elaborati, particolarmente calorici o ricchi di grassi e zuccheri. È, inoltre, importante insegnare al bambino a mangiare lentamente, poiché la prima digestione ha luogo nella bocca. Fondamentale poi il consumo regolare di acqua.

    fare-sport

    Stile di vita sano equivale a un mix di alimentazione bilanciata e attività fisica regolare. Lo sport mantiene l’organismo in salute e, per questo, andrebbe svolto fin dall’infanzia. Privare i bambini della possibilità di applicarsi in una qualunque attività fisica aumenta il rischio di obesità, specialmente se trascorrono gran parte del loro tempo tra le pareti domestiche, come spesso accade in città. Il movimento non solo favorisce il consumo delle calorie in eccesso ma rende il fisico più attivo, a tutto vantaggio della redistribuzione corretta di massa magra e massa grassa. Contenuto di informazione pubblicitaria

    528

    LEGGI ANCHE