NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Obesità bambini: primo parco giochi contro i chili di troppo

Obesità bambini: primo parco giochi contro i chili di troppo

E' sorto a Treviso il primo parco giochi interamente pensato e strutturato per favorire nei bambini un'attività fisica educativa contro l'obesità: ci sono percorsi studiati per ogni età e anche i personal trainer

da in Bambini, Benessere, Fitness, In Evidenza, Malattie, Obesità
Ultimo aggiornamento:

    Il parco Primo Sport 0246

    L’obesità infantile è un problema di cui si parla molto spesso, una vera emergenza che fa preoccupare per la salute dei ragazzi, ma anche perché, in genere, piccoli obesi avranno lo stesso problema anche da adulti, incrementando ulteriormente i rischi per la salute.

    Per lottare contro i chili di troppo già nell’infanzia ed educare i bimbi a una sana attività fisica, a Treviso è stato aperto il primo parco giochi sportivo dedicato alla lotta all’obesità infantile e aperto a tutti i bambini da 0 a 6 anni. Si chiama “Primo Sport 0246” e è stato creato all’interno della Città dello Sport La Ghirada, a un chilometro dal centro della città veneta. L’accesso è completamente gratuito.

    Il parco è caratterizzato da sette differenti percorsi studiati per lo sviluppo delle capacità motorie del bambino e arricchiti da ostacoli e giochi realizzati con il contributo dei ricercatori della facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Verona. I percorsi sono suddivisi in aree a tema: manualità, mobilità, equilibrio, multifunzione (dove il bambino sperimenta nuove capacità) e gioco simbolico e ci sono differenti approcci a seconda delle fasce d’età dei bambini.

    E i piccoli ospiti possono giocare e fare attività fisica in tutta sicurezza.

    Inoltre, lungo i viali del parco giochi è possibile consultare dei personal trainer formati dal comitato provinciale del Coni, che aiutano i bambini a imparare quali giochi possono servire loro per stare in forma. Ai genitori che accompagnano i figli viene dato un manuale d’uso dei giochi disponibili.
    L’idea, ora, è quella di creare, ora, una fondazione senza scopo di lucro che possa permettere la realizzazione di parchi simili anche nel resto del Paese, mantenendo ovviamente lo spirito educativo e la medesima struttura.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenessereFitnessIn EvidenzaMalattieObesità
    PIÙ POPOLARI