Nutrizione: meno cibo per stare meglio

Nutrizione: meno cibo per stare meglio

Mangiare troppo non fa bene, né sulla lunga né sulla breve distanza, una ricerca conferma che, por vivere più a lungo, uomini e donne dovrebbero cercare di non mangiare troppo, evitando di cadere nella banale trappola del saziarsi, che causa disturbi all'organismo

da in Alimentazione, Anziani, Benessere, Dieta
Ultimo aggiornamento:

    Nutrizione

    La nutrizione deve essere parca e moderata per vivere bene e a lungo, almeno stando a quanto si prospetta per la buona salute in fatto di dietologia nella società moderna. Per molti dietisti è importante che la dieta personale sia ridotta all’essenziale, tutto il cibo in esubero causerebbe malattia e disfunzioni agli organi del corpo umano.

    La conferma della ipotesi sostenuta dai dietisti proviene dal Salk Institute for Biological Studies di La Jolla in California, si tratta di uno studio che conferma le tesi di ridurre l’apporto calorico giornaliero per meglio poter affrontare la giornata e per meglio salvaguardare la salute.

    Sarebbero due gli enzimi che secondo il Dott.

    Andrew Dillin consentono di fornire una spiegazione a livello molecolare del sistema alimentare correlatamente alle malattie e ai disturbi in genere. Una nutrizione moderata serve per allungare la vita e per evitare di ammalarsi di “benessere”: i due enzimi indagati sono chiamati WWP-1 e UBC-18.

    Longevità e maggiore resistenza alle malattie, gli scienziati hanno dimostrato come le proteine possano servire per combattere le malatie e di come ben possano lavorare se si evita di mangiare troppo. Lo studio è stato reso noto in Europa dalla rivista “Nature”.

    287

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAnzianiBenessereDieta
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI