Nuovi casi di afta epizootica nel sud est dell’Inghilterra

da , il

    Epizootica

    Allarme afta epizootica, circoscritto a un allevamento situato nel sud est dell’isola britannica, quello di stamane, che ha fatto rientrare dalla pausa estiva il premier britannico Gordon Brown e il Ministro per l’ambiente Hilary Benn. Misura di sicurezza che scatta in automatismo, assieme al blocco di esportazione delle carni dall’isola. L’allarme riguarda al momento alcuni capi di bestiame che saranno tutti abbattuti, mentre e’ vietato qualsiasi spostamento di bestiame al fine di scongiurare qualsiasi ulteriore contagio tra animali. Di fronte alla comparsa di un focolaio di afta epizootica i Servizi Veterinari sono costretti a predisporre tutte le misure necessarie per sopprimere il virus. Per questo i capi di bestiame infetti, considerati fonte proliferante il virus vengono eliminati.

    I principali fattori di rischio per la diffusione del’afta epizootica sono individuati nel movimento di animali sia interno cioe’ tra i vari allevamenti, che esterno, cioe’ importazione ed esportazione delle carni; (1) in questi casi si applicano in automatismo alcune prassi di polizia sanitaria che consistono nella disinfezione dei mezzi di trasporto, che rappresentano un importante fattore di rischio per la diffusione del virus da un allevamento all’altro, disinfezione dei luoghi destinati all’allevamento e al macello delle bestie, dove il contagio si diffonde con estrema facilità da un reparto all’altro attraverso il personale, gli attrezzi per il governo degli animali, la paglia e il letame; analisi dei prodotti di origine animale, come le carni fresche o congelate, il latte in polvere ed altri prodotti di origine animale che rappresentano un importante fattore di rischio per un Paese indenne (Donaldson e Donn, 1991) e esame dei fattori accidentali come il vento, gli insetti, i topi, gli uccelli e qualsiasi altro veicolo possibile di trasporto del virus. (2)

    (1) Marangon et al. (1994) “The 1993 Italian foot-and-mouth disease epidemic: epidemiological features of the four outbreaks identified in Verona province (Veneto region)”. The Veterinary Record, 135, 53-57.

    (2) Sanson R.L (1994) “The epiderniology of foot-and-mouth disease: irnplications for New Zealand”. New Zealand Veterinary Journal, 42,41-53.

    Afta Epizootica:

    L’afta epizootica è una malattia acuta, caratterizzata da uno stato febbrile e dalla comparsa di afte, lesioni vescicolari a carico delle mucose e della cute di animali ungulati artiodattili domestici (suini, bovini, bufalini, ovini, caprini) e selvatici (elefanti, giraffe, cervi, ecc).