Nuove droghe nei Rave Party

Nuove droghe nei Rave Party

Nei Rave Party i giovani incontrano la morte, sempre per colpa dei mix di droghe e alcolici

da in Droghe, News Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Rave

    La cronaca a volte porta alla ribalta delle notizie che, magari anche solo per un momento, fanno pensare al mondo della droga e delle morti giovani causate dallo sballo e dal divertimento; il fenomeno droga, di per se’, non ha bruschi mutamenti in fatto di incremento o di decremento, ma quello che cambia per i giovani, invece, e’ il come, e intervenendo sul come si riesce forse a entrare in una dimensione che per essere capita va vissuta.

    Parliamo cioe’ dei “Rave Party”, le feste continuate di due o tre giorni al ritmo di house, techno e hardcore, il Rave dove ha perso la vita l’ultimo giovane milanese non era uno di quelli “che ne parlano tutti”, un rave trendy, ma purtroppo un Rave dove un altro 19enne muore, e i Rave, nell’hinterland milanese, si continuano a fare.

    Che droghe usano i giovani nei Rave? Difficile dirlo, con precisione, ma seguendo le tracce nella rete e interagendo con chi si occupa di droghe non e’ difficile capire che a un Party all’aperto tutti portano quello che usano e cercano cio’ che gli serve, per cui il fumo, le pasticche e l’alcool, sono di uso.

    Quello che e’ diverso, invece, e’ che il Rave essendo una festa concepita per estraniare e estraniarsi, accetta e smercia le droghe psicoattive del genere degli psicofarmaci, un po’ per ballare di piu’ e un po’ per cercare emozioni nuove. Ne parlano gli esperti tra cui il Dott. Riccardo Gatti, del Dipartimento di Dipendenza della ASL di Milano, secondo il quale e’ indispensabile fare qualcosa perche’ i giovani non rischino la pelle e il cervello.

    Metanfetamine, Anfetaminici, Allucinogeni Chetamina – spiega lo specialista – che dopo l’uso in un paio di giorni perdono l’effetto fisico, e tutto passa sotto nrmalita’, ma nei casi dei mix di droghe e alcolici invece no, in quel caso la gente rischia la vita, spesso muore, come nel caso del giovane milanese.

    Eppure le nuove droghe non sono una novita’: hanno origine negli anni ’60, quando l’interesse intorno alla mescalina porto’ a uno sviluppo del settore e alla nascita della rete degli illeciti commerciali di psicofarmaci, per calmarsi, per eccitarsi, per sballare. Ma come tutte le droghe presto annoiano e dalla psichedelia, si passo’ alla moda degli allucinogeni yuppies, fino a quando il settore ha trovato terreno fertile nei giovanissimi finendo per crearsi spazio nelle discoteche confinandosi nell’exstasy. Tra le ultime mode in fatto di droghe la ketamina, un anestetico allucinatorio, che crea uno stato di spostamento fatuo.

    La “Special K”, per fare un esempio, e’ una droga che va di moda nei Rave, ma non e’ mai usata da sola: essendo mescolata con gli acidi, le pasticche, il fumo e specialmente l’alcool, la “bomba chimica” che ne esce potrebbe stroncare anche un uomo adulto sano e forte, e’ superficiale chiedersi perche’ i ragazzi muoiono.

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DrogheNews SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI