Nuova terapia per prevenire le emorragie nei pazienti emofilici

Nuova terapia per prevenire le emorragie nei pazienti emofilici

Uno studio italiano, con la collaborazione di 16 centri europei e degli Stati Uniti, ha portato alla creazione di un probabile farmaco specifico per prevenire le emorragie nei pazienti con emofilia A grave

da in Farmaci, Malattie, News Salute, Emorragia
Ultimo aggiornamento:

    terapia emorragie pazienti emofilici

    Buone notizie per i pazienti emofilici: è in arrivo una nuova terapia per prevenire le emorragie. Queste ultime rappresentano la caratteristica primaria dell’emofilia A grave, patologia rara dovuta alla carenza congenita di una proteina, che si differenzia in Fattore VIII o Fattore IX a seconda del tipo di emofilia. Purtroppo, ad oggi non esiste una cura per contrastarla, solo dei farmaci che favoriscono la coagulazione del sangue.

    Infatti, la proteina, di cui sopra, carente nei pazienti emofilici, favorisce normalmente la coagulazione del sangue e la mancanza di emorragie. Nel caso dell’emofilia si verificano queste ultime spontaneamente e, soprattutto, a livello delle articolazioni, come nel ginocchio, nel gomito, nella caviglia. Scopo degli studiosi è proprio quello di poter prevenire queste emorragie.

    L’importante studio che ha scoperto una probabile terapia che questo come fine, è stato condotto dai ricercatori del Dipartimento di Medicina e Specialità Mediche della Fondazione IRCCS Cà Granda, dell’Ospedale Maggiore Policlinico e dell’Università degli Studi di Milano, guidati dal Professore Alessandro Gringeri.

    La necessità del farmaco specifico è scaturita anche dal fatto che le terapie assunte dai pazienti emofilici, per aiutare il processo di coagulazione, provocano la formazione di anticorpi inibitori. Questi ultimi, purtroppo, rendono il corpo refrattario alla terapia e non aiutando sicuramente quel 20-30% di pazienti che li sviluppano. Da qui la necessità di un farmaco che non provochi ciò. Uno studio importante, che ha coinvolto 16 centri di vari Paesi europei (Italia, Germania, Francia, Finlandia, Polonia, Svezia, Romania, Turchia) e negli Stati Uniti, ha portato alla creazione del FEIBA, un farmaco specifico per questa rara malattia, che può prevenire le emorragie.

    336

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciMalattieNews SaluteEmorragia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI