Non solo linguaggio del corpo per i neonati: a 2 giorni già i neuroni verbali

Già nei neonati dopo due giorni della nascita è possibile rintracciare la rete neuronale deputata allo sviluppo del linguaggio verbale

da , il

    linguaggio corpo neonati linguaggio verbale

    Di solito il linguaggio del corpo e in particolare il pianto costituiscono le modalità con cui i neonati comunicano ai genitori i loro bisogni fondamentali, mentre la loro mente comincia ad interagire con l’ambiente circostante, essendo soggetta a diversi stimoli esterni. Il linguaggio verbale è una capacità che arriverà più tardi lungo il percorso di crescita.

    A questo proposito molto interessante è la scoperta a cui sono arrivati gli studiosi dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che sono riusciti ad individuare i circuiti neuronali del linguaggio nei neonati già dopo due giorni dalla nascita. Il tutto è stato messo in luce prendendo in considerazione l’attivazione cerebrale dei piccoli in risposta all’ascolto di differenti modi di espressione di stimoli esterni.

    In questo modo si è potuto comprendere che nell’emisfero sinistro la rete neuronale si attiva come risposta ad uno stimolo esterno sotto forma di discorso verbale. È come se ci fosse, fin dalla nascita, una predisposizione cerebrale al linguaggio. Già dopo poche ore dalla nascita è possibile rintracciare sistemi cerebrali deputati alle funzioni di ascolto e di stimolazione a partire dal linguaggio verbale e dalla musica.

    Nello sviluppo del linguaggio in genere le bambine sono più precoci dei bambini. Ma Daniela Perani, coordinatrice della ricerca, specifica:

    Questi sistemi per il linguaggio sono tuttavia immaturi, sia da un punto di vista anatomico sia funzionale. La connettività funzionale avviene infatti tra i due emisferi cerebrali e questa interazione di scambio potrebbe rappresentare la base per le future specializzazioni emisferiche, fino alla dominanza sinistra per le principali funzioni del linguaggio.

    Fondamentale è anche l’interazione con l’ambiente, infatti in tema di linguaggio si sa che si può imparare una lingua con l’esposizione ad essa e nello specifico i bambini tendono ad imparare il linguaggio dai pari.