Non fumare: fondamentale il social network

da , il

    Smettere di fumare? Possibile, meglio se in gruppo. La terapia di gruppo e’ efficace sia per prendere il vizio, che per perdere il vizio: cominciare a fumare con gli amici, smettere con gli amici, sono due percorsi che funzionano allo stesso modo.

    Se quando avete preso in mano la prima sigaretta, assorbendo le prime boccate di nicotina, eravate in una compagnia di fumatori, prendere il vizio e’ stato facile, quasi automatico, lo stesso vale se adesso volete smettere, dovete trovare qualcuno che vi accompagni facendo lo stesso percorso.

    Il gruppo di coetanei con cui avete condiviso il vizio magari non c’e’ piu’, ma potete sempre organizzarvi tra colleghi, per lasciare le bionde per sempre: lo dice una ricerca pubblicata sul prestigioso “New England Journal of Medicine“.

    I ricercatori che sono arrivati a queste conclusioni hanno lavorato su una rilevazione a campione, su un progetto di ricerca stilato dalla Harvard Medical School, sotto la guida del primario Nicholas Christis, dimostrando che il fumo da tabacco e’ un fatto di socializzazione e di comunita’.

    In certe situazioni fumare insieme agli altri puo’ essere un fatto positivo: ma per smettere e’ importante sentire che l’obiettivo e’ ugualmente condiviso; convincersi insieme che e’ meglio smettee crea un circolo della salute, e la influenza di una persona carismatica puo’ essere determinante, in un gruppo sociale, per far smettere anche gli altri.

    Fonte: “The collective dynamics of smoking in a large social network” New England Journal of Medicine 2008