Nome e cognome: importanti per fare carriera

Nome e cognome: importanti per fare carriera

Nome e cognome importanti per avere successo nella vita, l'ultima dimostrazione di ciò è quanto avvenuto ad Obama, se avesse tenuto il nome della madre e il suo nomignolo avrebbe dovuto fare più fatica di quanta ne abbia fatta per affermarsi

da in Interventi Chirurgici, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Obama

    Sembra strano, ma a quanto pare non lo è per nulla, ma ci si affiderebbe meno tranquillamente alle cure di un noto primario che ha un nome strano se non persino comico a sentirlo pronunciare, rispetto a nomi più tranquillizzanti e tradizionali; immaginate che il primario cui ci si reca a farsi operare si dovesse chiamare Prof. Yoghi oppure dottor Bubù; finiremmo per ridere a solo sentire il suo cognome, figurarsi lo sforzo che dovremmo fare per sentirci ispirati e concedergli fiducia nel permettergli di curarci e mettere le mani su di noi.

    Ciò in quanto, secondo un gruppo di ricercatori americani pubblicata sulla rivista Perception, il cognome di una persona e lo stesso nome evoca in noi le fattezze immaginarie del personaggio rievocato dal nome di battesimo seguito dal cognome. Addirittura, per gli stessi ricercatori che hanno condotto l’inchiesta, lo stesso Obama, neo presidente USA, non avrebbe ottenuto lo stesso successo elettorale se avesse mantenuto il cognome della madre ed il nomignolo che aveva da bambino: Barack “Barry Dunham” Obama ed in ogni caso avrebbe assunto agli occhi dei suoi elettori una minore autorevolezza rispetto a quella realmente rivestita.

    “Lo studio rivela il modo in cui le aspettative di origine sociale e gli stereotipi possono influenzare il riconoscimento di un volto,” spiega Kirin Hilliar, dell’Università del New South Wales, fra gli autori dello studio.

    “Questo risultato è in accordo con altre ricerche che suggeriscono che una volte che una persona categorizza un volto come appartenete a una razza, il suo sguardo va a cercare proprio quelle caratteristiche tipiche di quella razza.”

    Molto probabilmente i ricercatori sono d’accordo nel ritenere che il nome di una persona aiuti o meno a ricordare il viso nel tempo, fatto che potrebbe rivelarsi utile anche nelle indagini investigative basate sulla testimonianza di alcuni testimoni oculari.

    335

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Interventi ChirurgiciPrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI