Noce moscata: proprietà, benefici e controindicazioni per la salute

La noce moscata è il seme del frutto del macis, dal quale viene ricavata una spezia dall'aroma pungente e dalle molteplici proprietà benefiche e curative. Ma quali sono le proprietà e i benefici della noce moscata? E quali controindicazioni può avere per la salute? Scopriamolo nell'articolo che segue.

da , il

    noce moscata proprietà

    Noce moscata: quali proprietà vanta, che benefici porta e quali sono le controindicazioni per la salute? La noce moscata è una spezia caratterizzata da un aroma pungente, che si utilizza per diverse preparazioni culinarie e terapeutiche e vanta molteplici proprietà benefiche. Nell’articolo che segue, scopriamo quali sono le proprietà della noce moscata, che benefici porta all’organismo e quali sono le controindicazioni.

    Cos’è la noce moscata?

    La noce moscata è una spezia ricavata dal seme della pianta “myristica fragrans”, una pianta sempreverde originaria dell’Indonesia, che produce dei frutti chiamati “macis”.

    Oltre alla spezia che viene ricavata dal seme, anche dal frutto viene ricavata una pregiata polvere dall’aroma più delicato, denominata macis.

    L’albero della noce moscata può raggiungere un’altezza di 20 metri e fiorisce in tutte le stagioni, producendo frutti anche 3 volte in un anno. I macis sono frutti simili ad albicocche che, raggiunta la maturazione, si aprono a metà lasciando intravedere il seme, cioè la noce moscata.

    All’inizio del XVI secolo, sbarcò in Europa la noce moscata che prevalentemente veniva utilizzata in cucina. Nel 1700 si scoprì che la noce moscata non era solo un’ottima spezia, ma vantava anche delle eccezionali proprietà benefiche, grazie alle sue sostanze nutritive.

    Noce moscata: valori nutrizionali

    Calorie 100grCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    525 kcal49,29 g36,31 g5,84 g28,49 g

    La noce moscata è composta per il 36% di grassi, per il 28% di zuccheri, per il 20% di fibre e per il restante di proteine, ceneri e acqua.

    Le proprietà benefiche della noce moscata sono da attribuire alla buona quantità di sali minerali che contiene, come sodio, calcio, ferro, potassio, fosforo, magnesio, zinco, rame, manganese, selenio e alle importanti vitamine come la vitamina A, le vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B6, B9), la vitamina C e la vitamina J.

    Nella noce moscata troviamo anche la presenza di beta-carotene.

    Le proprietà benefiche della noce moscata

    Grazie ai suoi nutrienti, la noce moscata vanta diverse proprietà benefiche come:

    • Carminativa: aiuta l’organismo ad espellere i gas accumulati in eccesso.
    • Antisetticha: rafforza il sistema immunitario e lo aiuta a combattere i germi e i batteri presenti nell’organismo.
    • Antiossidante: le sostanze presenti nella noce moscata inibiscono la proliferazione dei radicali liberi e contrastano l’invecchiamento cellulare.
    • Antinfiammatoria: allevia i dolori muscolari ed articolari.
    • Analgesica: la noce moscata si rileva utile in caso di mal di testa, mal di denti o dolori nevralgici.
    • Depurativa: favorisce l’espulsione delle scorie e delle tossine dall’organismo, depurando il fegato e i reni.
    • Vasodilatatrice: la noce moscata allevia i fastidi dell’ipertensione ed è utile contro l’impotenza maschile.

    Le proprietà curative della noce moscata

    Le proprietà curative della noce moscata sono svariate:

    • Favorisce la digestione: la noce moscata è ricca di fibre e, assunta dopo i pasti sotto forma di tisana, stimola la digestione degli alimenti, soprattutto in caso di gonfiore e pesantezza.
    • Contro la diarrea: in caso di diarrea occasionale o cronica, la noce moscata si rivela utile grazie alle sue proprietà depurative e astringenti.
    • Aiuto contro ansia e depressione: la noce moscata viene utilizzato nell’aromaterapia contro la depressione, gli attacchi di ansia e lo stress mentale; l’olio essenziale di noce moscata ha forti proprietà antidepressive.
    • Combatte l’insonnia: sin dai tempi antichi, la noce moscata viene usata per contrastare i problemi causati dall’insonnia, grattugiando un po’ di spezia in un bicchiere di latte caldo. L’alto contenuto di magnesio stimola la produzione di serotonina e aiuta il corpo e la mente a rilassarsi, assicurando un buon riposo.
    • Antidolorifico: la noce moscata contiene una sostanza simile al mentolo che agisce da analgesico naturale, per questo motivo influisce positivamente sui dolori causati da patologie debilitanti come l’artrosi e l’artrite.
    • Alleata del cervello: il suo olio essenziale contrasta la degenerazione della funzione cognitiva, causata da malattie come la demenza senile o l’Alzheimer.
    • Contro l’alito cattivo: grazie alle proprietà antibatteriche, la noce moscata uccide i batteri presenti nel cavo orale, che causano l’alitosi. Per questo motivo la noce moscata viene spesso impiegata per produrre dentifrici e collutori.
    • Afrodisiaco naturale: la noce moscata ha delle spiccate proprietà afrodisiache, questo grazie alle sue proprietà vasodilatatrici. La noce moscata è perfetto per stimolare la libido sia dell’uomo che della donna.

    Gli effetti collaterali della noce moscata

    La noce moscata, nonostante le sue svariate proprietà benefiche e curative, ha delle controindicazioni per la salute.

    Le controindicazioni e gli effetti collaterali della noce moscata, sono dovuti ad una sostanza chiamata miristicina, contenuta in essa, che rende la noce moscata tossica.

    In passato, la noce moscata veniva utilizzata come sostanza allucinogena, meglio conosciuta come la “droga dei poveri”. Difatti, se assunta in grandi quantità, la noce moscata fa male e può dare allucinazioni e convulsioni accompagnate da vomito, diarrea e febbre alta; la dose massima consigliata, sia in cucina che per uso terapeutico, non deve superare i 2 grammi al giorno.

    Per questo motivo, la noce moscata è altamente sconsigliata nei soggetti che assumono psicofarmaci, nei bambini e nelle donne in gravidanza o in allattamento.