Nifedipina: ritirato dal commercio un intero lotto del noto antipertensivo

da , il

    Ritirato un intero lotto della Nifedipina

    Chi soffre di pressione alta, potrà darsi che da tempo faccia uso della Nifedipina, un calcio antagonista, noto per le proprietà vasodilatatorie, dunque, ci riferiamo ad un farmaco indicato, oltre che nell’ipertensione, anche nella cura delle malattie dei vasi periferici e di larga diffusione, conosciuto con diversi nomi commerciali, oltre che presente in commercio, con diversi farmaci generici.

    Detto ciò, è stato reso noto che l’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha ritirato uno specifico lotto, il n. 5305, della Nifedipina D&G in compresse da 30 milligrammi con scadenza maggio 2008.

    Si tratta di un ritiro precauzionale motivato dal fatto che sarebbero state ritrovate, all’interno di quella partita, delle confezioni, regolarmente poste in vendita, dove la quantità di principio attivo, per un errore, era doppia, rispetto a quanto indicato nella confezione e cioè, anzicchè 30 mg. ne conterrebbe, 60.

    Poiché tale evenienza, in chi assume il prodotto, potrebbe nuocere alla salute, trovandosi il paziente ad assumere una quantità eccessiva del prodotto stesso, rispetto a quella prescrittagli dal medico e, dunque, relativa al fabbisogno ottimale, chi si ritrova in presenza di una confezione contraddistinta dal citato lotto, non dovrà assumerne il contenuto, quanto invece, eliminare l’intera confezione, riportandola magari al farmacista per la distruzione, per poi rivolgersi al medico per una nuova prescrizione, informandolo dell’accaduto.