NF Kappa B: inibita la proteina che causa l’invecchiamento

da , il

    nfkappab

    Una singola proteina che controlla l’invecchiamento e che ha il merito di far dimostrare alla pelle della gente degli anni in meno rispetto a quelli che ha.

    Il segreto dell’eterna giovinezza e’ tutto qua, almeno secondo quello che hanno scoperto i ricercatori della Stanford University, i quali sono riusciti a realizzare il primo “viaggio” indietro nel tempo a un organismo vivente, per la precisione facendo ringiovanire la pelle di alcuni topi cavia, semplicemente bloccando la proteina in questione.

    Puo’ sembrare strano ma una sola proteina inibita e’ riuscita a ringiovanire la pelle di questi animali. Un trauma per gli specialisti di chirurgia estetica, quello che da’ la lettura della scoperta, pubblicata sulla rivista “Genes and Development”, ma che potrebbe effettivamente essere in futuro reinterpretata per cercare di sfruttarla nella cura delle patologie della pelle delle persone anziane.

    La ricerca conferma la teoria della scuola medica secondo cui non sarebbe frutto del logoramento causato dal passare degli anni, l’invecchiamento, ma semplicemente causato dalle modificazioni genetiche che avvengono giorno dopo giorno. Non e’ esattamente nuova la notizia per cui i geni si comportino diversamente a seconda dell’eta’ della persona studiata, ma e’ una novita’ il fatto che sia stata individuata la proteina responsabile di questa mutazione.

    La proteina si chiama Kappa-B, ed il blocco della NF-kappa-B nella pelle di topi di due anni li ha fatti ringiovanire esteticamente. In sole due settimane i topi hanno sfoggiato una pelle da topo neonato, e nelle cellule della pelle trattata, erano attivi gli stessi geni che sono attivi nelle cellule cutanee dei topi neonati.

    Non ci sono ancora degli esperimenti che abbiano coinvolto a lungo termine tutto l’organismo, e non si sa ancora che cosa accade al resto del corpo se si trattano solo alcuni dei geni della pelle, ma sono in corso le analisi degli effetti sull’immunologia e sulle profilassi da tumore e infiammazione dopo il trattamento.

    In foto: Il ciclo di Nf Kappa B.