by

Negli adulti il sangue dal naso può essere un campanello d’allarme

    adulti sangue naso

    Negli adulti la perdita di sangue dal naso può rappresentare un campanello d’allarme, e per questo motivo sono necessari dei controlli. Questo disturbo, che prende il nome di epistassi, è maggiormente frequente in questa stagione a causa della temperatura elevata e dell’aria secca. Infatti, il caldo causa una dilatazione dei vasi che si trovano nel setto nasale, aumentando il rischio di rottura. L’epistassi, che può dipendere da vari fattori traumatici e non, non è preoccupante nei bambini, mentre se si verifica frequentemente negli adulti occorre verificarne la causa.

    Quando l’epistassi si presenta frequentemente, dopo i 50 anni, è necessario verificarne la causa, che potrebbe riguardare ad esempio la pressione arteriosa, o problemi di coagulazione del sangue. Infatti, uno sbalzo pressorio può causare la rottura dei vasi, oppure alterazioni del processo di coagulazione, possono determinare un’emorragia intensa. In questi casi sarebbe opportuno consultare il medico, ed eseguire tutti gli esami e test necessari per avere una diagnosi specifica. Inoltre, bisognerebbe seguire qualche piccolo accorgimento.

    Le persone che sono soggette a epistassi dovrebbero evitare troppa esposizione al sole, il caldo, l’umidità, gli ambienti secchi, i decongestionanti nasali nei casi di raffreddore, ed utilizzare delle soluzioni saline a bisogno. Nei casi di episodi saltuari si possono usare delle manovre molto semplici come la compressione delle fosse nasali tra pollice ed indice per circa dieci minuti.

    SCRITTO DA Daniele Serra PUBBLICATO IN CaldoIn EvidenzaNews SalutePressionePrevenzioneSangue Martedì 05/07/2011