NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Natale: contro la solitudine, Telefono Amico non stop

Natale: contro la solitudine, Telefono Amico non stop

Per rispondere al disagio di numerosi italiani, anche e soprattutto a Natale, Telefono Amico Italia offre un servizio di ascolto telefonico straordinario non stop durante le feste

da in Disagio, Natale in salute, News Salute, Psicologia, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Telefono amico contro la solitudine natalizia

    Al bando la solitudine durante le feste natalizie e, in particolare, nei giorni dalla vigilia a S.Stefano, anche grazie a un supporto, lontano ma vicino, sconosciuto ma alleato, il Telefono Amico Italia, che rimarrà attivo, 24 ore su 24, non stop anche nei giorni di festa. I volontari saranno sempre disponibili ad ascoltare, a fornire la parola di conforto che serve, il sostegno che manca, per aiutare tutti a sentirsi meno soli.

    Telefono Amico Italia non chiude per ferie, nemmeno a Natale, per offrire sempre il supporto giusto, per rispondere agli sos, sempre più frequenti e dai profili pericolosi, lanciati da chi vive in particolari situazioni di disagio emotivo durante le festività, da chi soffre di malinconia delle feste. Per trovare una voce di conforto, un orecchio disposto ad ascoltare, basterà chiamare il numero unico nazionale 199.284.284.

    Non è una novità, Telefono Amico Italia Onlus rinnova, per la sesta volta, il suo impegno con il prossimo, organizzando, in occasione del Natale, un servizio di ascolto telefonico straordinario. Un servizio davvero prezioso, dai grandi obiettivi e dai grandi numeri: 700 volontari, sparsi nei 21 centri di ascolto presenti in tutta Italia, saranno a disposizione dalle 10 del 24 dicembre fino alle 24 del 26 dicembre.


    “Ogni anno sono molte le persone che proprio nel periodo natalizio percepiscono in maniera più pesante la sensazione di isolamento e abbandono, oppure che vedono peggiorare sentimenti negativi quali angoscia, tristezza, sconforto e rabbia: tutti sentimenti che se non risolti potrebbero portare a gravi crisi e talvolta anche ad atti estremi. Ancora di più quest’anno: complice anche l’attuale situazione economica, il Natale può diventare fonte di stress e inquietudine anche per chi vive relazioni stabili ed è inserito nel proprio contesto sociale”, hanno sottolineato gli esperti della Onlus in una nota.

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisagioNatale in saluteNews SalutePsicologiaSanità
    PIÙ POPOLARI