Myspace: un rischio per l’infanzia

Myspace: un rischio per l’infanzia

I social network come MySpace sono al centro del mirino per una operazione di prevenzione socio-sanitaria in favore di giovani e adolescenti che navigano su internet e che si scambiano le proprie informazioni personali

da in Bambini, Benessere, Psicologia, Socializzazione
Ultimo aggiornamento:

    MySpace

    Infanzia su Myspace? Ni. Si perché aiuta a socializzare e a creare una piazza virtuale. No perché in alcuni casi mostrare i propri privati messaggi a tutto il mondo potrebbe attirare delle attenzioni non desiderate.

    Dunque, molti sono gli adolescenti che, per piacere all’amico o all’amica conosciuta su internet si lasciano andare a primi approcci che poi diventano un’arma a doppio taglio contro di loro, quando ad essere inteerssato è un adulto con cattive intenzioni.

    “Il problema principale – secondo la ricerca statistica effettuata – sta nel fatto che gli adolescenti tendono a fingere la maggiore età per poter accedere alle sezioni più piccanti dei social network, motivo per cui si trovano a confrontarsi con adulti che sanno che cosa cercano.”

    A pubblicare la ricerca è stato il periodico “Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine” che ha proposto uno studio pilota in cui si offre materia di studio e di interpretazione socio-sanitaria del fenomeno di massa e di tendenza dei social network.

    Il tema del social network nella sua veste meno gradita è stato oggetto di più studi, tutti diretti dalla Dr.ssa Megan A. Moreno ricercatirce socio-sanitaria della Università di Washington.

    Pubblicare on line delle notizie sulle proprie tendenze sociali o sull’uso che si fa degli stupefacenti, secondo quanto emerso, sarebbe estremamente negativo ai fini della valutazione della persona da parte di chi legge.

    Sempre secondo i dati della ricerca nel 54% dei profili sono evidenziate delle notizie che possono compromettere la salute di chi si mette nel network. Il rischio riguarda le notizie sulla vita sentimentale, sessuale, alcool, fumo, droghe e eventuali malattie.

    Fonte AGI
    Foto da Blogosfere

    346

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenesserePsicologiaSocializzazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI