Morti celebri: Mozart non fu avvelenato!

Morti celebri: Mozart non fu avvelenato!

Ad esempio, il celebre musicista Mozart, vissuto sul finire del settecento, morì a soli 35 anni, anche se al tempo già quest’età era considerata in maniera ben diversa da come oggi la intendiamo, probabilmente per nulla ucciso da Antonio Salieri

da in Malattie, News Salute, Polmonite, streptococco
Ultimo aggiornamento:

    Mozart

    Come tante altre volte accaduto, il ruolo di detective spetta alla scienza medica che dopo diversi secoli spesso riesce a far piena luce sulle cause di un decesso di un personaggio noto in qualsiasi campo.

    Ad esempio, il celebre musicista Mozart, vissuto sul finire del settecento, morì a soli 35 anni, anche se al tempo già quest’età era considerata in maniera ben diversa da come oggi la intendiamo, probabilmente per nulla ucciso da Antonio Salieri, musicista pure famoso ma invidioso al contempo di Mozart al punto da avvelenarlo, ad uccidere il “maestro”, invece, sarebbe stata, in un’epoca in cui non esistevano gli antibiotici, un’infezione da streptococco.

    Gli streptococchi sono batteri gram-positivi di forma sferica, da cui il nome, responsabili di infezioni dirette alle vie aeree e urinarie, questa via generalmente scelta come infezione secondaria, così come gli stessi agenti patogeni sono anche capaci di scatenare un’infezione alla pelle e, a volte, in determinate condizioni anche di estenderla a tutto il corpo con pericolose setticemie, per non contare che una conseguenza dell’attacco da streptococco può essere una polmonite che all’epoca di Mozart potrebbe essere stata la causa della sua morte.

    L’autore del “ Flauto magico “ secondo Richard H. C. Zegers e colleghi, che hanno pubblicato i risultati sulla rivista The Annals of Internal Medicine, hanno confrontato la morte del musicista con le malattie che in quel periodo imperversavano su Vienna e sarebbero giunti a queste conclusioni, anche raccogliendo testimonianze degli ultimi giorni di vita di Mozart che avrebbe lamentato febbre alta, eruzioni cutanee, malessere, dolore alla schiena, gonfiore.

    Tutti questi sintomi sono stati descritti dalle persone che hanno assistito alla morte del genio musicale e concordano con la diagnosi di Zegers.

    Zegers è comunque cauto: altre patologie potrebbero concordare con questa sintomatologia ed è ora necessaria un’analisi più approfondita dei dati epidemiologici.

    370

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieNews SalutePolmonitestreptococco
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI