Miopi: alto il rischio del distacco della retina

Miopi: alto il rischio del distacco della retina

Il distacco della retina e' in realta' una rottura retinica, in cui una parte di fluido del vitreo passa sotto la retina e comincia a fare uno scollamento, locale o generalizzato; i distacchi della retina arrivano di norma a estendersi a ampie porzioni dell'occhio compromettendo significativamente la vista del paziente

da in Malattie, News Salute, Occhi, retina
Ultimo aggiornamento:

    Occhio

    Occhio

    Descritta come un’ombra laterale, scura, che impedisce di vedere bene, una macchia che dal centro dell’occhio va verso l’esterno e la vista progressivamente diminuisce: cosi’ si accorgono i pazienti del distacco della retina, che presenta questi sintomi, i quali si “vedono” simmetricamente al danno, cioe’ se la retina si distacca a destra si vedra’ nero e sinistra, se si stacca sotto si vedra’ nero sopra.

    Gli stessi sintomi valgono e eventualmente possono anche ripetersi per entrambi gli occhi, entrambi in tempi diversi infatti possono soffrire di questa patologia, che si presenta piu’ in certi tipi di occhi, in realta’, che non in altri: un tipo di occhio a rischio e’ ad esempio l’occhio stanco, sottoposto a stress, oppure gia’ sofferente a causa di qualche malattia dell’occhio o a causa di qualche patologia degenerativa in atto.

    Il distacco della retina e’ in realta’ una rottura retinica, in cui una parte di fluido del vitreo passa sotto la retina e comincia a fare uno scollamento, locale o generalizzato; i distacchi della retina arrivano di norma a estendersi a ampie porzioni dell’occhio compromettendo significativamente la vista del paziente.

    Il distacco della retina puo’ essere improvviso e totale, come invece puo’ essere graduale e localizzato, ma in ogni modo, per guarire dal distacco, serve fare un intervento, al quale ci si prepara solo con il riposo: non esistono rimedi validi che vadano oltre la operazione all’occhio, pena la compromissione permanente della vista.


    La terapia chirurgica
    e’ di tipo invasivo: si deve recuperare la parte scollata e fare in modo che si ricollochi sull’occhio aderendo con la stessa perfezione dell’occhio sano e senza infiltrazioni: a soffrire del distacco, del resto, sono spesso degli occhi gia’ malati, ad esempio degli occhi miopi, che a causa della forte miopia sono fisiologicamente conformati in maniera differente rispetto a un occhio sano, piu’ sporgenti e allungati e per questo predisposti per questa degenerazione oculare. Tra le patologie retiniche del miope sono tipiche il distacco totale della retina, la rottura retinica gigante e il foro maculare.

    415

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieNews SaluteOcchiretina
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI