NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Midollo osseo: diventare donatori

Midollo osseo: diventare donatori

I donatori del midollo osseo svolgono un importante funzione per la società: nel momento in cui una persona ha bisogno del midollo infatti la struttura sanitaria cerca nel registro dei donatori un midollo compatibile, per cui, più sono i donatori, più è alta la probabilità di trovare un donatore in tempo per salvare una vita

da in Benessere, Ricerca Medica, Sangue, Midollo osseo
Ultimo aggiornamento:

    Midollo osseo

    Donare il midollo osseo è una azione che serve per salvare la vita di chi, a differenza nostra, è malato e senza il nostro gesto morirebbe. Donare il midollo è una azione che si può fare se si gode di buona salute e si ha una età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Più persone donano il midollo, più ci sono possibilità che il midollo sia compatibile con la richiesta, perché non sempre un donatore è compatibile con chi sta cercando midollo in quel momento, ecco il perché della richiesta di un numero buono di persone dispobibili alla necessità.

    Il midollo osseo assomiglia organoletticamente al sangue e viene prelevato dalle ossa iliache; serve per produrre i globuli bianchi, rossi e le piastrine, cioè il sangue e si chiama in lessico medico “midollo emopoietico”.

    Quando si parla di donazione di midollo osseo si parla di un prelievo che viene effettuato con una siringa, e il prelevato viene trasfuso nel paziente dopo che è stato sottoposto a chemioterapia. Le cellule midollari sane riescono così a riprodursi nel corpo ospitante e a dare il risultato della guarigione in poche settimane.

    La guarigione non è sempre un automatismo del trapianto di midollo, purtroppo in alcune situazioni non è significativo, ma serve per fare sopravvivere il paziente malato, ad esempio di leucemia.

    Per donare il midollo bisogna non essere affetti da virus o malattie gravi e pesare più di 50 kg. Se si possiedono questi requisiti ci si può iscrivere la Registro Italiano di Donatori del midollo osseo, che al riscontro di una compatibilità con un malato vi chiamerà per donare.


    Il prelievo del midollo
    dura 45 minuti circa e viene effettuato in anestesia generale, il donatore deve poi essere messo a riposo per 24 ore e controllato per 4/5 giorni.

    Non ci sono rischi significativi eccetto il dolore alla zona lombare.

    Il sangue che viene usato per il prelievo va rimpiazzato con quello messo in riserva prima della donazione e plasma.

    402

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereRicerca MedicaSangueMidollo osseo
    PIÙ POPOLARI