Microftalmia: sintomi, cause e cura

Microftalmia: sintomi, cause e cura
da in Occhi, Vista

    Occhio

    La microftalmia è una malattia dai sintomi particolari e che può avere diverse cause. Esiste una cura per combatterla? Cos’è, esattamente? Si tratta di una malformazione congenita che può interessare gli occhi – uno soltanto o entrambi – che risultano essere più piccoli rispetto alla norma. Ma qual è la sintomatologia legata alla microftalmia? Quali le cause? È possibile intraprendere un trattamento contro questa patologia? Scopriamo di più in merito.

    I sintomi della microftalmia sono diversi e abbastanza caratteristici. Il più ovvio è la dimensione degli occhi che sono – come anticipato prima – più piccoli rispetto alla normalità. L’occhio colpito da microftalmia può, inoltre, avere dimensioni comuni, ma accusare una capacità visiva ridotta. Oltre a ciò, può verificarsi una sintomatologia più ampia legata ad altre malattie alle quali può essere associata la microftalmia: coloboma – che ha diverse cause, a sua volta – ipermetropia, cataratta e altre anomalie oculari con i relativi sintomi. Ad ogni modo, la microftalmia causa dei disturbi visivi che variano da caso a caso, in base alla gravità della condizione: in alcuni casi, ad esempio, l’occhio potrebbe essere del tutto assente.

    Prima di tutto, è bene specificare che il difetto che interessa gli occhi può essere sia monolaterale che bilaterale. La microftalmia è provocata da uno sviluppo oculare ridotto avvenuto durante la gravidanza, che può avere diverse cause: la malformazione può, infatti, essere dovuta a fattori ereditari – sindromi neurologiche o malattie genetiche, ad esempio – infezioni contratte durante la gravidanza – come la rosolia, la varicella o la toxoplasmosi – o comparire in forma isolata. Ci sono, poi, altri fattori di rischio, che possono determinare l’insorgenza di microftalmia: esposizione ad agenti tossici durante la gestazione e l’assunzione di farmaci teratogeni o l’abuso di alcol in gravidanza; a tal proposito, l’alcolismo ha una sintomatologia che non va ignorata. È, quindi, possibile affermare che si può, quantomeno, tentare una sorta di prevenzione al riguardo.

    Come si cura la microftalmia? È possibile fare qualcosa in merito? Prima di tutto, occorre fare una diagnosi che verrà eseguita, ovviamente, dall’oculista – tramite una visita oculistica, esami e analisi del caso – ma, purtroppo, non esiste una terapia risolutiva in merito: l’unico intervento possibile si può, infatti, attuare quando l’orbita è del tutto assente, per cui si inserisce una protesi orbitaria che abbia una funzione estetica, ma che sia anche di aiuto per permettere una crescita il più possibile normale dei tessuti adiacenti.

    511

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN OcchiVista
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI