Metabolismo in menopausa: ci vuole equilibrio!

Durante la menopausa i cambiamenti che avvengono nel corpo femminile sono molti: il metabolismo rallenta e bisogna intervenire con i giusti rimedi per prevenire l'insorgere di malattie cardiovascolari

da , il

    metabolismo-menopausa

    La menopausa è un periodo particolare della vita di ogni donna, durante il quale si manifestano alterazioni dell’equilibrio ormonale che si ripercuotono anche sul metabolismo. Ed ecco che, anche se si mangia come prima, può capitare di aumentare di peso e di avere livelli di colesterolo alto. Questo perché il metabolismo basale rallenta, il fisico consuma meno calorie e inizia a comparire la tipica “pancetta”.

    Nel periodo menopausale, inoltre, si può verificare un aumento dei livelli di colesterolo totale con un cambio sfavorevole nel quadro lipidico. A un incremento del colesterolo plasmatico totale si associa un aumento delle LDL, il famoso “colesterolo cattivo” e una diminuzione delle HDL “il colesterolo buono”, importante fattore preventivo nelle malattie cardiovascolari.

    Per questo diventa necessario adattare la propria alimentazione alle nuove esigenze dell’organismo. Gli esperti, infatti, per raggiungere e/o mantenere il peso ottimale, consigliano di preferire tra le carni quelle bianche, di usare esclusivamente olio extravergine di oliva, di mangiare frutta e verdura in modo da assumere una buona quantità di fibre con l’alimentazione, e di limitare il consumo di dolci e formaggi.

    Inoltre in menopausa il fumo, l’abuso di alcol e la sedentarietà rappresentano più che mai fattori di rischio cardiovascolari. Pertanto è importante eliminare completamente fumo e alcool, mentre si consiglia di praticare regolare attività fisica, dedicandosi a lunghe e tranquille passeggiate.

    Infine, per stabilizzare i livelli di colesterolo e trigliceridi, si può ricorrere a sostanze naturali come la berberina, una millenaria sostanza di origine vegetale, utilizzata nella medicina cinese e ayurvedica che agisce sul metabolismo e il suo equilibrio. In questo modo è possibile ridurre significativamente il colesterolo ed i trigliceridi, senza trascurare il miglioramento del proprio stile di vita con impegno e costanza.

    Contenuto di informazione pubblicitaria