Mesotelioma: sintomi, cause e cure

Il mesotelioma presenta sintomi respiratori e generali

da , il

    mesotelioma sintomi cause cure

    Mesotelioma: quali i sintomi, le cause e le cure? Si tratta di un tipo di tumore che interessa il mesotelio, che è un tessuto che riveste la parte interna del torace, dell’addome e lo spazio intorno al cuore. Il cancro che si sviluppa da queste cellule può avere origine in diverse parti del corpo, nel torace, nell’addome e più raramente attorno al cuore e nella membrana che riveste i testicoli. Il mesotelioma non è sempre maligno, infatti da queste cellule può nascere anche un tumore benigno, che in genere viene rimosso chirurgicamente e non richiede altri trattamenti. Il mesotelioma pleurico rappresenta la tipologia più diffusa ed è situato nella cavità toracica. Si distingue da quello peritoneale, che nasce nell’addome.

    I sintomi

    I sintomi del mesotelioma possono essere inizialmente non riconosciuti e considerati all’interno di un quadro sintomatologico che comprende anche altre malattie. Precocemente si manifestano dolore nella parte bassa della schiena o in un lato del torace. Ci sono dei sintomi respiratori, come, per esempio, il fiato corto e la tosse, accompagnati da febbre, stanchezza, difficoltà a deglutire, debolezza muscolare e perdita di peso. Nel caso del mesotelioma peritoneale, possono essere sintomi molto più comuni il dolore addominale, la nausea, il vomito e la perdita di peso corporeo.

    Le cause

    Fra le cause del mesotelioma, specialmente quello pleurico, è stata individuata una correlazione molto specifica con l’esposizione all’amianto. Da considerare, comunque, che intercorre un periodo di latenza molto lungo tra l’esposizione e la comparsa della patologia. Proprio per questo motivo il numero dei mesoteliomi che vengono registrati tende ad essere in aumento. La letteratura medica dimostra che il mesotelioma può essere compreso nel numero delle cosiddette malattie professionali, soprattutto sono a rischio coloro che lavoravano nel settore dell’amianto. In effetti proprio l’amianto rappresenta un agente cancerogeno da non sottovalutare. Nel corso del tempo, proprio considerando il periodo di latenza molto lungo, si prevedono anche nel nostro Paese ancora più vittime dell’amianto.

    E’ pur vero, comunque, che l’esposizione all’amianto non è l’unica causa dello sviluppo di questo tumore, si pensa, infatti, che ci possono essere altri fattori di rischio. Uno di questi sarebbe rappresentato da un virus, lo SV40. In alcuni esperimenti è stato messo in evidenza che l’azione di questo virus può indurre il mesotelioma maligno, anche se le evidenze scientifiche sono ancora tutte da dimostrare in maniera precisa. Altre cause possono essere considerate l’esposizione agli zeoliti, dei minerali con caratteristiche simili a quelle dell’amianto, le radiazioni al torace e all’addome e le iniezioni di ossido di torio, una sostanza che veniva utilizzata in medicina fino al 1950.

    Le cure

    Le cure del mesotelioma dipendono da diversi fattori, in primo luogo lo stadio della malattia. Esistono dei centri specializzati che si occupano del trattamento di questi tumori. Viene considerata la possibilità di intervenire chirurgicamente. In genere sono operabili i mesoteliomi che si trovano nello stadio 1, 2 e 3. Tutto dipende, comunque, dalle dimensioni del tumore e dalle condizioni di salute generale del paziente. Esistono anche degli altri trattamenti che sono meno invasivi rispetto all’intervento chirurgico e hanno il principale obiettivo di alleviare i sintomi. Fra questi, possiamo citare la rimozione di liquido mediante un ago lungo e sottile. L’intervento, comunque, deve essere ripetuto a livello periodico, perché il liquido tende a riformarsi. In alcuni casi è possibile optare per la radioterapia, anche dopo la chirurgia. La chemioterapia, con più combinazioni di farmaci, potrebbe riuscire a rallentare la malattia.