Mente: la superstizione aiuta nello sport

Mente: la superstizione aiuta nello sport

Una recente ricerca ha messo in evidenza che nelle competizioni sportive e nei giochi di memoria la superstizione ha un ruolo importante, in quanto aiuta ad ottenere risultati migliori

da in Benessere, Comportamento, Memoria, Mente, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    meccanismo della mente sport

    La superstizione è un meccanismo della mente che può aiutare in maniera notevole nel miglioramento delle performance sportive che gli atleti o i giocatori mettono in atto durante le competizioni. È questo ciò che è emerso da un’interessante ricerca che è stata condotta da Lysann Damisch, della Università di Colonia e che è stata pubblicata su “Psychological Science”.

    A trarre beneficio dalla superstizione sono tutte le abilità motorie e cognitive degli sportivi. Lo studio ha avuto l’obiettivo di spiegare se veramente i comportamenti superstiziosi diffusi nell’ambito dello sport, come per esempio l’uso degli amuleti portafortuna, possano essere determinanti nel riuscire a dare risultati migliori, attivando nella nostra mente meccanismi che fino ad ora non si conoscevano con precisione.

    La ricerca ha preso in considerazione anche i risvolti che la superstizione può avere anche sulla memoria, spingendoci a ricordare meglio. Infatti le performance sportive che sono state valutate nel corso dello studio hanno riguardato, oltre che sport veri e propri, anche giochi di memoria. I volontari hanno potuto mettere in atto in una prima fase comportamenti scaramantici, mentre in una seconda fase non potevano manifestare comportamenti superstiziosi.

    Si è potuto così appurare che i risultati migliori erano ottenuti nella prima fase.

    Gli esperti hanno spiegato infatti che la superstizione può costituire un fattore di motivazione per la mente e in quanto tale alimenta il pensiero positivo, il quale spinge il nostro corpo e la nostra mente a mettere in atto performance migliori. Ben vengano quindi i gesti scaramantici.

    Immagine tratta da: upperplainscontracting.com

    319

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereComportamentoMemoriaMentePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI