Mente: la reattanza è inconscia

Mente: la reattanza è inconscia

Spesso manifestiamo una certa resistenza ad eseguire ciò che ci viene imposto: si tratta di un meccanismo psicologico chiamato reattanza e che avviene inconsciamente

da in Benessere, Mente, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica, Resistenza
Ultimo aggiornamento:

    mente

    Ci sono meccanismi della nostra mente che non si spiegano consapevolmente, ma sono il frutto di processi inconsci, che fanno sentire la loro azione anche se noi non ce ne accorgiamo e i cui effetti sono spesso molto evidenti. Uno di questi è la cosiddetta reattanza, ossia una resistenza inconscia a compiere ciò che ci viene imposto.

    Si tratta di uno stato motivazionale che viene messo in atto da un soggetto, quando questi percepisce che si sta cercando di impedire in qualche modo la propria libertà. E non importa da chi proviene l’impedimento, può essere la persona amata o il nostro datore di lavoro. In ogni caso viene manifestata un’opposizione di resistenza.

    A spiegare la natura non controllabile del processo ci hanno pensato i ricercatori della Duke University. Alcuni volontari sono stati invitati a nominare una persona che a loro parere controllava la loro vita e un’altra che associavano prevalentemente ad occasioni divertenti. In una seconda fase i soggetti avevano il compito di riconoscere delle parole fra delle lettere alla rinfusa cha apparivano sullo schermo di un computer.

    Di tanto in tanto sullo schermo apparivano anche i nomi delle persone che i volontari aveva indicato, ma in maniera molto veloce, in modo che i soggetti non fossero in grado di percepirli coscientemente.

    Dalle reazioni osservate si è notato che i soggetti reagivano meglio ai nomi che associavano al divertimento rispetto a quelli che vedevano come controllori della loro vita. Il tutto naturalmente avveniva senza che i volontari se ne rendessero conto. Da questo si è compreso che la reattanza è un meccanismo che si verifica inconsciamente.

    Immagine tratta da: 1.bp.blogspot.com

    329

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMentePrimo PianoPsicologiaRicerca MedicaResistenza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI