Mente: la paura di puzzare

La paura di puzzare si può trasformare in una vera ossessione

da , il

    ossessione della mente

    La paura di puzzare può diventare un’ossessione della mente e in molti casi questo timore può diventare una vera e propria malattia psichiatrica. Così hanno affermato gli esperti che si sono riuniti a New Orleans in occasione di una conferenza promossa dall’American Psychiatric Association. Il mone scientifico del disturbo è “sindrome di riferimento olfattorio”.

    Nel corso della conferenza sono stati descritti anche i particolari sintomi che la malattia può comportare, fino ai pensieri autolesionistici e all’isolamento sociale. In sostanza la malattia è rappresentata dalla paura eccessiva di emettere un odore sgradevole che in realtà nessuno percepisce, infatti si tratta soltanto di una convinzione del soggetto. Si instaurerebbe una sorta di allucinazione olfattiva, che porta a pensare che alcune parti del corpo, come la bocca o le ascelle, emettano un odore non molto accettabile. I soggetti in questo modo pensano di stare al centro dell’attenzione degli altri, che non possono non notarli.

    Katharine Philips, docente di psichiatria presso la Brown University di Providence ha condotto uno studio, coinvolgendo 20 individui che presentavano questa particolare ossessione. Ha avuto modo così di poter constatare che di solito i soggetti portano avanti comportamenti compulsivi, i quali, secondo la loro convinzione, potrebbero eliminare l’odore sgradevole.

    Si lavano più volte al giorno, si puliscono i denti in modo ossessivo e con accanimento, si cambiano continuamente i vestiti. Sono questi alcuni comportamenti messi in atto. Si tratta insomma di una fobia, che in molti casi può essere associata ad un fenomeno di depressione o di fobia sociale.

    Immagine tratta da: apritisangia.splinder.com