Mente: bugie rivelate dalla grafia

Mente: bugie rivelate dalla grafia

La grafia è in grado di rivelare se si stanno scrivendo elementi vari o falsi attraverso cambiamenti che tendono a far adottare una scrittura più marcata

da in Cervello, Linguaggio, Mente, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    mente

    La nostra mente non sarebbe in grado di mentire senza lasciare traccia della bugia. Lo ha dimostrato una ricerca realizzata dagli studiosi dell’Università di Haifa, che ha messo in evidenza come la grafia è in grado di svelare le nostre menzogne. La nostra scrittura in effetti non mostrerebbe sempre le stesse caratteristiche, ma cambierebbe in alcuni suoi aspetti a seconda se scriviamo qualcosa di vero o di falso.

    Quando il cervello è costretto ad inventare o a rielaborare fatti e vicende per attribuire ad essi una patina di verità, deve mettere in atto un impegno tale da interferire con il nostro naturale modo di scrivere. A questa conclusione i ricercatori sono arrivati, dopo aver coinvolto un gruppo di 34 volontari, che dovevano scrivere raccontando episodi realmente accaduti o in relazione a dei fatti inventati.

    Attraverso l’analisi di ciò che hanno scritto i volontari si è potuto vedere che, quando scrivevano menzogne, i soggetti tendevano ad avere una grafia più marcata e tracciavano delle lettere più allungate. E’ come se la loro mente volesse lasciare un segno concreto del fatto che era spinta a mentire.

    La scrittura più marcata era in sostanza una trasposizione fisica di un atto prettamente mentale.

    La ricerca ha il merito di aver fornito agli esperti degli strumenti in più, per poter procedere all’individuazione di eventuali impostori anche in casi in cui l’analisi grafologica si dimostra determinante. Ma ad essa va attribuito anche il merito di aver messo in luce particolari meccanismi di quel mondo misterioso e affascinante che è il cervello dell’uomo.

    Immagine tratta da: eshop.ambroweb.com

    320

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloLinguaggioMentePrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI