Meningioma: sintomi, cause e cura

Meningioma: sintomi, cause e cura
da in Cervello, Tumore al Cervello
Ultimo aggiornamento:

    Cervello brain

    Il meningioma è un tumore cerebrale in grado di provocare gravi sintomi e le cui cause possono essere diverse: è, dunque, estremamente importante iniziare la cura adatta, il prima possibile. Il tumore in questione ha origine nelle meningi, dove inizia a crescere lentamente. Ma qual è la sintomatologia legata al meningioma? Quali sono le sue cause? Quale il trattamento da seguire per poter giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è il meningioma? Come spiegato prima, si tratta di un tumore cerebrale, che ha origine nelle meningi – membrane che circondano il cervello e il midollo spinale – e che, raramente, giunge al parenchima cerebrale. L’età media di insorgenza va dai 40 ai 60 anni e ha una maggiore prevalenza nelle donne rispetto agli uomini.

    Il meningioma è un tumore che cresce lentamente e può raggiungere delle dimensioni abbastanza notevoli prima che possa essere scoperto o che inizi a provocare determinati sintomi. Generalmente, la sintomatologia include mal di testa, emiparesi – le cui cause possono essere diverse - disartria, cacosmia, anosmia, parestesia, sonnolenza, vertigini, ipertensione endocranica, perdita di equilibrio, ipoacusia, disfunzioni vescicali, perdita nella coordinazione dei movimenti, idrocefalo – dai sintomi diversi - crisi epilettiche, disfagia, visione doppia, visione sfocata, vomito, stato confusionale, ipoestesia, edema della papilla, svenimento, perdita di udito, convulsioni, debolezza, perdita di memoria e riduzione della vista.

    Quali sono le complicazioni del meningioma? Le complicanze includono difficoltà di concentrazione, cambiamenti di personalità, perdita di memoria e convulsioni.

    Non sono del tutto chiare le cause che provocano il meningioma, ma i fattori di rischio sembrano essere i trattamenti con radiazioni, gli ormoni femminili e la neurofibromatosi, ovvero una malattia ereditaria del sistema nervoso.

    Alla comparsa di segni e sintomi, è necessario non perdere tempo e contattare, il prima possibile, il medico che eseguirà una serie di esami e analisi per poter giungere alla diagnosi: così facendo, prescriverà la corretta terapia, a seconda del caso specifico. Oltre alla visita medica, allo studio dei sintomi e agli esami del sangue, potrebbero essere richiesti ulteriori test, come la risonanza magnetica e la TAC.

    Quali sono i rimedi contro il meningioma? La cura consiste, generalmente, in interventi chirurgici per asportare il tumore; mentre la radioterapia viene utilizzata in caso di tumori particolarmente invasivi o difficili da rimuovere, quando questi sono collocati in aree delicate del cervello o del midollo spinale: la radioterapia, infatti, aiuta a distruggere tutte le cellule rimanenti, riducendo la possibilità di recidive. In altri casi, non sempre è necessario intervenire: quando il meningioma è benigno e non provoca sintomi particolari, è possibile monitorarlo nel tempo, programmando esami e visite regolari.

    Infine, la prognosi dipende da diversi fattori: dal tipo di meningioma presente, dalla gravità della condizione e dalla tempestività di intervento, oltre che dall’età e dallo stato di salute del paziente.

    626

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloTumore al Cervello
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI