Memoria: rafforzarla con la meditazione buddista

Memoria: rafforzarla con la meditazione buddista

Una recente ricerca ha dimostrato che la meditazione praticata dai monaci buddisti è in grado di migliorare le capacità della memoria a breve termine

da in Benessere, Cervello, Meditazione, Memoria, Mente, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    memoria

    In termini di memoria e soprattutto in relazione al suo rafforzamento indicazioni importanti sembrano provenire dalla meditazione buddista. Si è scoperto che quest’ultima è in grado di migliorare di molto le capacità visuo-spaziali della nostra mente, permettendo di trattenere maggiormente un’immagine nella memoria a breve termine. La rivelazione viene da un gruppo di scienziati della “George Mason University” guidati dalla psicologa Maria Kozhevnikov.

    I risultati dello studio hanno mostrato che alcuni monaci buddisti sono in grado di riuscire a trattenere nella propria memoria un’immagine anche per vari minuti e a volte anche per ore. In realtà bisogna specificare che esistono due differenti generi di meditazione che gli studiosi hanno preso in considerazione. Nella “Deity Yoga” ci si concentra su un’immagine della divinità. Nella “Open Presence” l’attenzione di colui che la pratica viene distribuita contemporaneamente su pensieri diversi.

    Dallo studio è emerso che coloro che si erano dedicati alla “Deity Yoga” hanno registrato un importante miglioramento rispetto ai praticanti della “Open Presence” nelle loro capacità relativa alla memoria a breve termine.

    Ulteriori ricerche verranno condotte in futuro per stabilire se questo miglioramento è ottenibile anche con altre tecniche di meditazione.

    In ogni caso il risultato ottenuto fa ben sperare che in futuro si possano mettere a punto specifici sistemi per rafforzare la memoria soprattutto in quelle patologie che implicano un suo deterioramento. Se ciò non potrà essere realizzato, a ricerca avrà comunque il merito di averci illustrato molto sui particolari procedimenti messi in atto dal nostro cervello nell’incamerare gli elementi della realtà circostante.

    Immegine tratta da: www.asianews.it

    322

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloMeditazioneMemoriaMentePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI