Memoria: migliorarla con la conversazione

Memoria: migliorarla con la conversazione

Conversare per dieci minuti al giorno aiuta a migliorare la nostra memoria e le nostre prestazioni intellettuali anche grazie all’interazione che stabiliamo con gli altri

da in Intelligenza, Memoria, Mente, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    mente

    Esistono molte tecniche per migliorare la memoria, ma nessuno avrebbe mai pensato che ad apportare un certo beneficio alle nostre capacità intellettuali sarebbero le interazioni che stabiliamo nel corso di una conversazione. E’ quanto afferma Oscar Ybarra, che coordina il gruppo degli studiosi dell’Istituto di ricerche sociali dell’Università del Michigan e che ha portato avanti specifiche ricerche in merito alla questione.

    In un primo studio sono state prese in considerazione 3600 persone fra i 24 e i 96 anni di età e si è appurato che i soggetti con i livelli più alti di interazione sociale avevano anche le migliori abilità cognitive. In un secondo studio i ricercatori hanno coinvolto 76 studenti fra i 18 e i 21 anni di età in alcuni test relativamente alle capacità mentali e alla memoria in particolare.

    Prima di essere sottoposti ai test, i ragazzi sono stati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo è stato coinvolto per dieci minuti in una discussione su un problema sociale. I ragazzi del secondo gruppo hanno svolto esercizi di comprensione testuale e quelli del terzo gruppo hanno assistito ad uno spettacolo televisivo.

    Sottoposti ai test, i soggetti che avevano affrontato la discussione hanno fornito prestazioni intellettive alla pari di quelli che avevano svolto gli esercizi di intelligenza.

    Lo stesso studioso che ha coordinato le ricerche ha consigliato di intraprendere una conversazione di dieci minuti al giorno per mantenere in allenamento la mente e la memoria. Il conversare chiaramente favorisce un processo di socializzazione, che si rivela un vero e proprio toccasana per il nostro benessere mentale.

    Immagine tratta da: bloginazienda.com

    316

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntelligenzaMemoriaMentePrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI