Memoria: indispensabile sognare

Memoria: indispensabile sognare

La memoria si sviluppa e accresce durante la fase REM del sonno

da in Benessere, Memoria, Neurotrasmettitori, News Salute, Psicologia, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    Dormire

    Secondo un recente studio condotto da ricercatori americani che appartengono al Centro di Studio del Sonno di Los Angeles sognare e’ indispensabile per sviluppare delle buone capacita’ mnemoniche, ma non solo, in assenza di un regolare andamento del sonno completo di attivita’ onirica, che duri per piu’ di quattro giorni, causerebbe dei danni alla memoria.

    Ne parla la rivista “Sleep” (1), che ha pubblicato la ricerca degli studiosi, che dimostra come mancando l’alternanza tra la fase non – REM e la fase – REM nel ciclo del sonno, si disgreghi il sistema di archiviazione dei ricordi della memoria a lungo termine.

    Sarebbe specialmente il sonno del mattino a servire all’accumulo dei ricordi, per cui e’ importante non essere disturbati nelle prime ore dell’alba, e continuare a sognare serenamente fino all’ora della sveglia.

    A fare l’esperimento sui topolini i risultati hanno dimostrato che, se le cavie erano disturbate nella fase REM il rigeneramento dei neuroni non avveniva nel 63% dei casi, o avveniva con grande fatica, mentre in caso di sonno genericamente disturbato non si evidenziavano particolari conseguenze.(2)

    Avere un sonno leggero e di cattiva qualita’ generalmente causa disturbi nervosi,
    anche gravi, ma avere anche un sonno mediamente buono, ma carente di fase REM, altera l’elasticita’ della memoria e la capacita’ di accumulare memoria.

    Allora, che fare per dormire bene?
    Specialmente se si avvertono dei disturbi del sonno, per cui si ritiene che sia importante prendere dei seri provvedimenti, si puo’ cominciare con la pratica delle buone azioni che favoriscono il riposo.(3)

    Prima fra tutte le buone prassi quella di stabilire un accumulo di ore da dedicare alle dormite, che in genere dovrebbero essere almeno 7 o 8, essere abitudinari nel prepararsi al sonno, rilassandosi prima di entrare nel letto, evitare di rimanere alzati fin tardi, cercando di svuotare la mente dai cattivi pensieri prima di dormire.
    E se questo non fosse sufficiente rimangono altri accorgimenti, di non poco conto, come ad esempio evitare di andare a letto troppo affamati o troppo eccitati, non assumere caffeina prima di dormire, come nemmeno sostanze eccitanti, preparare la stanza con un po’ di buio e con il fresco, e puntare la sveglia sempre alla stessa ora.

    In questo modo l’organismo si abituera’ ad avere sempre il medesimo ritmo, e i disturbi comuni del sonno non tarderanno a scomparire.
    Se invece i disturbi continuassero con la stessa intensita’, allora e’ il momento di recarsi da uno specialista per una visita approfondita.


    1 Sleep

    2 http://www.sonnomed.it/

    3 Il sonno

    492

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMemoriaNeurotrasmettitoriNews SalutePsicologiaSonno
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI