Memoria e sonno: ricordi a rischio, se si dorme male

Memoria e sonno: ricordi a rischio, se si dorme male

Interruzioni impreviste, piccoli e grandi fastidi che turbano il sonno rischiano anche di turbare la memoria, influenzandone negativamente la funzionalità, la capacità di fissare i ricordi

da in Benessere, Memoria, News Salute, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    dormire male mette a rischio la memoria

    Sonno e memoria, relazione davvero complicata, quasi “pericolosa”, almeno stando alle ultime evidenze di uno studio scientifico in materia: se chi “dorme non piglia pesci”, chi, la contrario non dorme o dorme male rischia di perdere la memoria e di non conservare i ricordi come dovrebbe.

    Soffrire di disturbi del sonno potrebbe influire negativamente non solo sul riposo ma anche sulla funzionalità della memoria, sulla capacità di fissare i ricordi. Ecco la conclusione alla quale sono giusti gli esperti dell’università di Standford, grazie a una sperimentazione condotta su alcuni topolini da laboratorio e pubblicata sulle pagine della rivista PNAS, Proceedings of the National Academy of Science.

    Si tratta solo dei primi risultati, ma che potrebbero aprire prospettive di studio e approfondimento interessanti, soprattutto per indagare sui meccanismi cerebrali che causano patologie croniche e degenerative, caratterizzate da perdita parziale o totale della memoria, come l’Alzheimer.

    Gli esperti a stelle e strisce hanno evidenziato come l’interruzione del sonno interferisce con alcune funzioni cerebrali, come il riconoscimento degli oggetti familiari.

    Infatti, interferenze impreviste durante il sonno profondo, una fase di elaborazione cruciale per il cervello, che la sfrutta per passare in rassegna gli eventi del giorno e decidere cosa conservare e cosa rimuovere definitivamente dalla memoria, possono influire negativamente sui ricordi.

    “La continuità del sonno è uno dei principali fattori interessati da diverse condizioni patologiche che colpiscono la memoria, tra cui l’Alzheimer e altri deficit cognitivi legati all’età” ha sottolineato uno degli autori della ricerca.

    318

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMemoriaNews SaluteSonno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI