Melanoma: una giornata per sensibilizzare

Melanoma: una giornata per sensibilizzare

I dermatologi che hanno deciso di occuparsi della prevenzione del melanoma, nella giornata di oggi, sono stati a disposizione per effettuare visite di controllo gratuite ai soggetti che avevano dubbi sullo stato di salute della propria pelle

da in Benessere, Malattie, Melanoma, Pelle, Prevenzione, Sanità, Tumori, Tumori della pelle, nei
Ultimo aggiornamento:

    Melanoma

    Melanoma

    Si e’ conclusa poco fa la giornata di sensibilizzazione al melanoma, una delle cause maggiori di tumore della pelle nel mondo: il 3 Maggio infatti era stato designato gia’ dal 2007 come “Skin Cancer Day 2008″ e le universita’ e gli ospedali sensibili alla malattia, hanno aderito per la prevenzione dei carcinomi e del melanomi.

    Questo genere di tumori maligni della pelle colpiscono principalmente le persone che hanno superato i 40 anni, anche se i casi di persone di 20 – 30 anni che hanno subìto un intervento per melanoma non sono una rarita’. Visitando il sito che ha curato la parte pubblica della giornata si trovano le strutture che hanno deciso di aderire alla giornata 2008. Va fatto notare che non tutti gli ospedali che trattano il melanoma hanno deciso di aderire.

    I dermatologi che hanno deciso di occuparsi della prevenzione del melanoma, nella giornata di oggi, sono stati a disposizione per effettuare visite di controllo gratuite ai soggetti che avevano dubbi sullo stato di salute della propria pelle.

    Una delle maggiori cause di predisposizione della razza bianca al melanoma della pelle e’ il fototipo, che reagisce alla esposizione ai raggi solari e alle radiazioni degli ultravioletti sviluppando forme tumorali e anomalie cellulari del derma. In genere il melanoma sviluppa dai nei, depositi di melanina, e invade il corpo con una proliferazione di cellule maligne che possono facilmente evolvere in metastasi, da cui la sua pericolosita’.

    Il melanoma si sviluppa, anche nella forma benigna, tra i 20 e i 60 anni, la benignita’ delle cellule tumorali e’ legata piu’ spesso alla velocia’ di diagnosi e di individuazione dello sviluppo anomalo di nei e grumi di melanina della nostra pelle, mentre nei casi di diagnosi tardiva, l’esito, e’ nella maggior parte ei casi infausto, a causa della velocita’ del male di espandersi in tutti gli apparati.

    Per prevenire il melanoma della pelle
    e’ importante limitare e controllare l’esposizione al sole, specialmente nei periodi in cui i raggi solari sono diretti o c’e’ un allarme per particolari momenti climatici, ma non si deve tralasciare il controllo periodico, anche autonomo, di nei e macchie della pelle, per verificare se rimangono stabili, se crescono, se sviluppano in maniera anomala: questo controllo va fatto a partire dall’adolescenza, perche’ i casi di nei a percorso degenerativo nei primi anni giovanili sono un fatto piuttosto comune.



    Fonte – Repubblica

    * Pres.

    SIDeMAST (Soc. It. Dermatologia Medica, Chirurgica, Estetica e Malattie Sessualmente Trasmesse)
    ** Pres. ADOI (Ass. Dermatologi Ospedalieri Italiani)

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereMalattieMelanomaPellePrevenzioneSanitàTumoriTumori della pellenei
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI