NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Medicinali: un uso troppo abbondante. Colpa dell’automedicazione?

Medicinali: un uso troppo abbondante. Colpa dell’automedicazione?

In Italia la maggior parte delle persone fa uso di farmaci, ma quando esagerano il medico di base deve fare presente la situazione, per non creare difficolta'

da in Benessere, Farmaci, Primo Piano, Automedicazione
Ultimo aggiornamento:

    Farmaco generico

    Esiste un malato di medicinali? Si’, esiste anche lui: soffre non solo di ipocondria, ma anche di farmacodipendenza, al punto che non e’ chiaro quanto il soffrire sia legato all’abitudine di curarsi anche se si sta bene o quanto esso vada a sopperire per una carenza da indagare, aiutando psicologicamente a stare bene.

    Le premesse sono chiare, ma non e’ chiaro come mai ci siano cosi’ tanti italiani che ricorrono cosi’ spesso al farmaco.

    Drogati di pillole e di medicinali gli italiani non andrebbero piu’ nemmeno in piscina, senza la cassettina del Pronto Soccorso, se potessero, ma non potendo la mettono in auto e nei luoghi piu’ riservati della casa.

    Ben il 27,7% della popolazione italiana ha dichiarato al CENSIS di conoscere persone farmacodipendenti: le percentuali sarebbero chiaramente in favore della tesi che si cura piu’ il male psicosomatico che il male fisico, specie dove la medicina viene presa piu’ per dipendenza fisica.

    Ma una parte di intervistati, un quarto circa, pensa che siano due i motivi per cui cosi’ tante persone ricorrono alla medicina: il primo motivo sarebbe che i medici di base preferiscono prescrivere molto medicinale che avere pazienti malati nelle zone di competenza, che apettano magari anche solo un saluto e una aspirina, il secondo motivo sarebbe che la pubblicita’ fa venire la voglia di provare e dunque si emula la malattia o anche peggio si e’ davvero convinti di stare male e di avere bisogno di medicinale.

    L’80% circa degli italiani consume comunque troppi medicinali, per ansia, malessere, instabilita’ psichica o bisogni altri, anche se dichiarano loro, il farmaco va preso nella giusta dose e “Noi non siamo di quelli che esagerano”.

    Foto da www.guadagnorisparmiando.com

    350

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereFarmaciPrimo PianoAutomedicazione
    PIÙ POPOLARI