Medici: anche la CGIL contro le nuove norme

Medici: anche la CGIL contro le nuove norme
da in News Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Anche la CGIL in questi giorni si fa sentire in difesa dei diritti dei medici al riposo dal lavoro, diritto che la Finanziaria mette in discussione a causa di un comma approvato la cui interpretazione porterebbe e capire che non sono piu’ obbligatori i turni di sostituzione dei medici per permettere una normale alternanza tra lavoro e risposo.

    Quello che la CGIL chiede al Governo per voce del Ministro della Salute Livia Turco, e’ la immediata abrogazione del comma che e’ in Finanziaria 2008, che elimina il diritto alle ore di riposo.

    Ogni 24 ore per i medici e’ giusto che siano mantenute le ore di riposo vigenti, e anche per infermieri e personale ospedaliero in genere. Il Sistema Sanitario Nazionale e’ tenuto a rispettare delle norme che non precludano la salute dei pazienti e che non facciano diminuire il livello delle prestazioni erogate dal personale ospedaliero, in linea con il resto d’Europa.

    E’ il Segretario della CGIL dei Medici a mandare questa volta una nota, in cui si chiede al Ministro per la Salute di mantenere una posizione che sia coerente, e di farla mantenere anche ai suoi colleghi parlamentari.

    La CGIL medici e’ presente su tutto il territorio nazionale per garantire una qualita’ del servizio medico, insieme a una serenita’ dei dipendenti nella reata’ in cui si trovano a lavorare.

    274

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI