Mango: benefici, proprietà e controindicazioni

Il mango è un frutto tropicale di origine asiatica, i cui benefici per la salute dell’organismo sono numerosi. Ricco di nutrienti, il mango possiede notevoli proprietà curative e nutritive: ad esempio, contiene molta acqua, fibre, vitamine e sali minerali, oltre che antiossidanti. Il mango è un frutto che fa ingrassare? Possiede delle controindicazioni? Scopriamo di più in merito.

da , il

    mango proprieta benefici e controindicazioni

    Quali sono i benefici, le proprietà e le controindicazioni del mango? Fresco, gustoso e nutriente, ma anche curativo, il mango è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle Anacardiacee, originario dell’India e coltivato in tutte le zone tropicali. È un frutto ricco di nutrienti: infatti, la sua polpa contiene fibre, vitamina C, polifenoli e carotenoidi, mentre la buccia contiene pigmenti che possono avere proprietà antiossidanti. Tuttavia, il mango ha anche diverse controindicazioni, a causa dell’alto contenuto di zuccheri e della presenza dell’urushiol, un olio che può provocare delle allergie. Il mango è un frutto che fa ingrassare? Scopriamo di più in merito per mangiar sano.

    Cos’è

    Il mango è un frutto della pianta Mangifera, la quale appartiene alla famiglia delle Anacardiacee. Gli alberi di mango sono longevi e di grandi dimensioni: possono, infatti, vivere fino a 300 anni e superare i 30 metri di altezza, con radici che penetrano fino a 6 metri nel sottosuolo.

    Il mango è un sempreverde e vanta delle foglie che vanno dal colore rosa-arancione al verde scuro. I suoi fiori sono, invece, piccoli, con cinque petali e bianchi.

    La pianta del mango è originaria dell’Asia – questo frutto è prodotto, soprattutto, in Cina, Africa e India – dove sembra che sia stata coltivata già 4 mila anni fa. Oggi, il mango viene coltivato in molti Paesi tropicali ed è possibile trovarlo durante tutto l’anno.

    Il sapore del mango è particolare, perché può ricordare un mix fra pesca, arancio e ananas. La sua forma è ovale e allungata e può pesare anche un chilogrammo. La buccia può essere gialla, rossa o verde. La polpa è, invece, di color giallo-arancione e ha un gusto dolce.

    Le varietà di mango più conosciute sono Keitt, Haden, Kent e Tommy Atkins, ma esistono molte altre tipologie: solo in India dovrebbero, infatti, essere più di 400.

    Le proprietà nutrizionali

    Quali sono le proprietà nutrizionali del mango? Il mango è un frutto molto ricco di minerali, tra cui calcio, ferro, sodio, fosforo, magnesio, rame, manganese, zinco e potassio.

    Oltre ai numerosi sali minerali, il mango rappresenta anche un’ottima fonte di vitamina A: mangiare un mango al giorno è, infatti, in grado di soddisfare il fabbisogno giornaliero che l’organismo ha di questa vitamina, la quale – tra l’altro – è fondamentale nel trattamento della pelle acneica e dei suoi fastidiosi inestetismi estetici, nonché per la vista e per il benessere di denti e mucose.

    Nella buccia e nella polpa del mango, sono presenti antiossidanti, come i carotenoidi e i polifenoli, così come gli acidi grassi essenziali.

    Il mango contiene, inoltre, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina D, vitamina E, vitamina K e vitamina J.

    Sono, inoltre, presenti licopene, alfa-carotene, criptoxantina, luteina, zeaxantina e aminoacidi come acido glutammico, cistina, istidina, alanina, glicina, prolina, fenilalanina, isoleucina, tirosina, valina, metionina, triptofano, treonina, acido aspartico, arginina, lisina, leucina e serina.

    Sono presenti acidi organici e sostanze, come l’acido malico, l’acido acetico, l’acido tartarico, l’acido citrico, l’acido ossalico, l’acido fumarico, l’acido lattico e l’acido succinico, oltre all’acido gallico, all’acido ellagico, alla quercetina, all’acido tannico, all’acido ferulico e al kaempferol. Gli zuccheri presenti sono fruttosio, glucosio e saccarosio.

    Abbondantemente presenti nel mango sono l’acqua e la fibra: la prima è presente all’82 per cento, la seconda all’1,6 per cento.

    Scopriamo, nella tabella seguente, più nel dettaglio, i valori nutrizionali del mango.

    Sostanze nutritiveQuantità per 100 grammi di prodotto
    Acqua83,46 g
    Grassi0,4 g
    Acidi grassi saturi0,1 g
    Acidi grassi polinsaturi0,1 g
    Acidi grassi monoinsaturi0,1 g
    Colesterolo0 mg
    Sodio1 mg
    Potassio168 mg
    Carboidrati15 g
    Fibra alimentare1,6 g
    Zucchero14 g
    Proteine0,8 g
    Vitamina A1.082 IU
    Vitamina C36,4 mg
    Calcio11 mg
    Ferro0,2 mg
    Vitamina D0 IU
    Vitamina B60,1 mg
    Vitamina B120 µg
    Magnesio10 mg

    Le calorie del mango

    Per quanto riguarda le calorie del mango, questo frutto ne possiede circa 55 per 100 grammi di polpa, il che lo rende un alimento indicato anche nelle diete ipocaloriche. Il mango è, dunque, un frutto che aiuta a perdere peso e non fa ingrassare. Da tenere presente, inoltre, che questo prezioso alimento fornisce anche un senso di pienezza particolarmente elevato: è questo che lo rende adatto anche come semplice spuntino o snack.

    I benefici

    Oltre ad essere un ottimo frutto dissetante dal gusto dolce, il mango è un vero toccasana per il benessere della salute interna ed esterna del corpo. I benefici del mango sono molteplici. Scopriamo insieme alcune delle proprietà benefiche del frutto del mango.

    Le proprietà antitumorali

    Alcuni studi scientifici hanno messo in evidenza come il mango possieda delle proprietà antitumorali, grazie alla presenza di una sostanza antiossidante conosciuta come “lupeol”: quest’ultima, infatti, pare riesca a contrastare le cellule cancerogene che colpiscono polmoni, pancreas, seno, prostata e colon prevenendo, di fatto, questi tipi di tumori.

    Le proprietà lassative e diuretiche

    Grazie all’elevato contenuto di sostanze oligominerali, il mango è un frutto che vanta delle proprietà diuretiche e lassative. Questo rappresenta, inoltre, un alimento particolarmente adatto a chi soffre di ritenzione idrica e stitichezza: le fibre agevolano, infatti, la regolarità con benefici per la salute dell’intestino.

    Le proprietà digestive

    A facilitare il processo di digestione degli alimenti presenti nel mango sono gli enzimi digestivi: esteri, terpeni e aldeidi sono in grado di migliorare l’appetito e la digestione, oltre a svolgere un ruolo primario contro l’acidità di stomaco.

    Le proprietà antinfluenzali

    Il mango rappresenta un aiuto anche contro la tosse secca e il raffreddore stagionale. Come fare, dunque, in questo caso? Basta far bollire la sua buccia nell’acqua e berlo tre volte al giorno per una settimana. La buccia è ricca di antiossidanti, fitonutrienti, antiossidanti, carotenoidi e polifenoli.

    Le proprietà per gli occhi e i denti

    Non mancano le proprietà per gli occhi e i denti: l’elevata presenza di vitamina A, infatti, apporta notevoli benefici alla vista e alla salute dentale, oltre che delle mucose interne.

    Le proprietà per la pelle

    La vitamina A, la vitamina C e i flavonoidi – come il beta-carotene – sono in grado di apportare dei benefici alla pelle: il mango è un frutto ideale da utilizzare per avere una pelle luminosa e sana. Se viene consumato con regolarità, è anche una fonte di vitamina C: questa sostanza aiuta nella formazione del collagene, che mantiene l’elasticità della pelle anche in età matura e rallenta il processo dell’invecchiamento.

    Le proprietà antiacne

    Il mango può essere utilizzato contro la pelle secca, la pelle sensibile e per combattere foruncoli e acne: è possibile, quindi, ricorrere alla polpa del mango maturo direttamente sulla pelle, per circa 10 minuti per, poi, lavare la cute con acqua tiepida. Questo trattamento giornaliero di bellezza naturale consente di purificare la pelle nel profondo per ottenere un effetto illuminante. Il burro di mango – ricco di vitamine e minerali – è particolarmente indicato per la pelle secca e sensibile, poiché la rende morbida, vellutata e tonificata.

    Le proprietà per i capelli

    Il mango è utile anche contro la secchezza dei capelli e le doppie punte, per cui può essere utilizzato per farne degli impacchi.

    Le proprietà contro la pressione alta

    Il mango aiuta a ridurre la pressione arteriosa, perché contiene in buona quantità minerali quali magnesio e potassio, che insieme aiutano a ridurre la pressione del sangue: le persone che soffrono di pressione alta, dunque, dovrebbero mangiare spesso il mango. Il lupeol migliora, inoltre, anche la salute del cuore e l’intera circolazione sanguigna.

    Le proprietà per abbassare il colesterolo

    Il mango presenta elevate quantità di pectina: questa fibra dietetica solubile è ampiamente nota per la sua capacità di ridurre i livelli del colesterolo nel sangue. Di conseguenza, è caldamente consigliato mangiare il mango per ridurre progressivamente il livello di colesterolo.

    Le proprietà contro l’anemia

    Un altro beneficio del mango deriva dal fatto che questo frutto è l’ideale nel trattamento dell’anemia, infatti contiene abbondanti quantità di ferro, aiutando così a contrastare varie patologie da deficit. Pertanto, è consigliato un consumo regolare e moderato di mango per trattare questa patologia.

    Le proprietà contro l’insonnia

    Il mango possiede delle proprietà contro l’insonnia: pare, infatti, che consumare della polpa di mango di sera, prima di recarsi a letto, possa aiutare a combattere l’insonnia e a riposare meglio.

    Le proprietà per la gravidanza

    Per merito dell’ottimo contenuto di ferro, il mango può essere utile alle donne incinte. La presenza di questo minerale è molto importante ed è per questa ragione che, molto spesso, i medici possono prescrivere degli integratori di ferro, durante la gravidanza.

    Le proprietà antidepressive

    Il mango possiede proprietà antidepressive: un suo consumo regolare, infatti, è consigliato per chi soffre di nervosismo e depressione e, in ogni caso, per chi sta passando un periodo stressante.

    Le proprietà contro il diabete

    Alcuni studi hanno messo in evidenza come le foglie del mango rappresentino un aiuto per chi soffre di diabete. Come fare per ottenerne i benefici? Mettete alcune foglie a bagno in mezzo litro di acqua calda e chiudete il contenitore con un coperchio; lasciate riposare per una notte e, dopo aver filtrato il composto, bevetene una tazza a stomaco vuoto.

    Le proprietà dimagranti

    Il mango è un frutto che fa ingrassare? Sono note le sue proprietà dimagranti che, secondo alcuni ricercatori della University of Queensland in Australia, deriverebbero dalla capacità della buccia di mango di bruciare i grassi e, di conseguenza, di agevolare la perdita di peso e prevenire la formazione di cellule di grasso.

    Le proprietà per la salute del cervello

    Il mango ha un’abbondante quantità di vitamina B6, vitamina fondamentale per il mantenimento e l’incremento delle funzioni cerebrali. Queste vitamine favoriscono la fusione dei principali neurotrasmettitori che contribuiscono a determinare l’umore e il ritmo del sonno. Introdurre il mango nella propria dieta, significa assicurare una buona salute del cervello e delle funzioni del sistema nervoso; inoltre, l’acido glutammico presente nella polpa del mango, migliora la concentrazione e la memoria. Grazie alle sostanze nutritive del mango, potrete fare a meno degli integratori alimentari, a meno che non vi siano prescritti dal proprio medico.

    Le proprietà per il sistema immunitario

    Il mango è ricco di beta-carotene, una sostanza che aiuta a rafforzare le difese immunitarie rendendo l’organismo più resistente agli attacchi esterni di batteri e tossine. I beta-carotene accumulati in eccesso dall’organismo, si trasformano in vitamina A, un potente antiossidante che inibisce la proliferazione dei radicali liberi.

    Le proprietà antiossidanti

    Il mango contiene un’elevata quantità di vitamina A e C, due potenti antiossidanti in grado di incrementare la produzione di collagene nel nostro organismo. Il collagene è una sostanza fondamentale per la salute dei vasi sanguigni e dei tessuti connettivi, rallentando il processo di invecchiamento cellulare: per questo motivo, il mango si può definire un ottimo alimento anti-age.

    Le controindicazioni

    Il mango non è privo di controindicazioni, se consumato in dosi eccessive: infatti, proprio perché ricco di fibre, questo frutto può provocare coliche e diarrea.

    Inoltre, il mango – non le sue foglie, dunque – contiene un elevato contenuto di zuccheri e ciò può risultare dannoso verso i soggetti a dieta o per quelli che soffrono di diabete, poiché ha la capacità di innalzare i valori della glicemia basale.

    È consigliabile consumare il mango senza buccia, perché il suo pericarpo potrebbe causare dermatiti allergiche su gengive, lingua e labbra, ma anche pelle, mucose e occhi.

    Per concludere, è da considerare che la buccia del mango contiene l’urushiol, un olio che si ritrova anche in altre specie come l’edera velenosa e che può causare dermatite da contatto nei soggetti sensibili.

    Come capire se il mango è maturo

    Il mango va consumato maturo: se il frutto è acerbo quando lo acquistate, potete portarlo a maturazione, riponendolo a temperatura ambiente per 5-6 giorni.

    Per capire se il mango è maturo, il procedimento è abbastanza facile: non dovrete fare altro che toccarlo con le dita e, se queste ultime affondano leggermente, allora potrete acquistarlo in tutta tranquillità. In caso contrario, se il mango dovesse risultare ancora particolarmente duro e, dunque, non ancora a completa maturazione, potreste comprarlo ugualmente, avendo cura di lasciare al frutto il tempo per poter maturare.

    Come si mangia

    Come si mangia il mango? Questo frutto fresco, dolce e gustoso può essere consumato in molti modi diversi.

    Sicuramente, il metodo migliore è quello di consumarlo gustando il suo sapore al naturale e, dunque, sbucciandolo, dividendolo in due per eliminare il nocciolo e tagliandolo a fettine o a cubetti da poter consumare così come sono, oppure da utilizzare per preparare frullati o macedonie.

    Il mango può, poi, essere impiegato per produrre aromi, succhi di frutta, granite, torte, gelati, dolci e molti altri piatti gustosi.

    Le ricette migliori

    In cucina, sono diverse le ricette che interessano il mango, il quale viene spesso utilizzato acerbo e cotto per comporre una salsa vegetale piccante chiamata “Chutney”, ma anche contorni e sottaceti.

    Quando il frutto del mango è maturo e crudo può essere, invece, consumato con salsa di soia o peperoncino.

    Famosa è anche la bevanda di mango conosciuta come “Panha”.

    Il mango cotto o la sua gelatina sono impiegati per la preparazione di piatti a base di Dhal, ovvero una zuppa di lenticchie che viene spesso associata ai peperoncini verdi.

    L’Aamras è un succo di mango preparato con zucchero e latte, che viene servito con pane e riso; mentre, dal mango maturo si può produrre un’ottima marmellata come la Mangada.

    La Andhra Aavakaaya è, invece, una salsa un po’ aspra preparata con mango crudo e acerbo, che viene mescolato a peperoncino, sale, semi di fieno greco, olio di arachide e senape. Da non dimenticare che il mango diviso in due si presta, perfettamente, alla cottura alla griglia.