Mangiare troppa carne fa male? Le possibili conseguenze

Mangiare troppa carne fa male? Le possibili conseguenze
da in Alimentazione, Cancro, Carne, Obesità
Ultimo aggiornamento: Lunedì 07/03/2016 12:25

    Mangiare troppa carne fa male

    Mangiare troppa carne fa male? Si possono avere delle conseguenze in termini di salute? Sono queste e altre le domande a cui la ricerca scientifica, a proposito di questo argomento, sta cercando di dare una risposta da tempo. Il dibattito sulla questione è ancora aperto. Gli esperti raccomandano, in generale, di non esagerare con il consumo della carne, specialmente con quella rossa. In questo senso si potrebbero avere delle ripercussioni, anche se non è chiaro in che termini specificatamente e a che livelli. La carne è importante, perché ci fornisce le proteine fondamentali per il nostro organismo, tuttavia si sa che è opportuno che non occorre esagerare con le dosi. Vediamo insieme tutte le eventuali conseguenze.

    La tossicità dell’urina
    La tossicità dell’urina

    L’eccessivo consumo di carne aumenta la tossicità dell’urina, e quindi potrebbe sovraccaricare l’attività dei reni. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’University of Montreal, che hanno messo in evidenza i possibili danni che, da questo punto di vista, potrebbe determinare il consumo esagerato di carne. E’ stato visto nello specifico che il contenuto di acido urico può aumentare da 3 a 10 volte e non è affatto una cosa da trascurare, perché si sa che l’acido urico, combinandosi ad altre tossine, può essere alla base dello sviluppo di molte malattie.

    L’aumento del battito cardiaco
    L’aumento del battito cardiaco

    Una ricerca scientifica è riuscita a provare che dopo un pasto a base di carne, aumenta il battito cardiaco. Esso attraverserebbe un incremento che va dal 25 al 50%, e questa è una condizione che persiste anche per 15 o 20 ore. Il tutto è dovuto al fatto che le proteine animali sovraccaricano anche il lavoro del cuore.

    Il cancro
    Il cancro

    Molti sono gli studi che hanno tentato di trovare un collegamento tra consumo di carne e sviluppo del cancro. Ad essere imputata è soprattutto la carne eccessivamente lavorata, come quella che viene utilizzata per gli hamburger, le salsicce o quella in scatola. E’ stata trovata una correlazione fra consumo di questo tipo di carni e la morte prematura. In particolare una ricerca ha dimostrato che ogni anno il 3% dei decessi prematuri potrebbe essere evitato, se venissero consumati in media 20 grammi in meno di carne lavorata. Si sa, comunque, che è fondamentale la cottura della carne: marinata riduce il rischio di cancro.

    Il diabete e l’obesità
    Il diabete e l’obesità

    Se ci sono dei buoni motivi per mangiare la carne, il suo consumo, specialmente se in quantità eccessiva, sarebbe collegato anche allo sviluppo di alcune malattie, come il diabete e l’obesità. Specialmente quest’ultima è la causa di molte altre conseguenze per la salute. Ma non si tratta soltanto di queste malattie, perché si è visto come anche i disturbi digestivi, i problemi al fegato, perfino la gotta, sarebbero collegati ad un esagerato consumo di carne.

    Lo scorbuto e il rachitismo
    Lo scorbuto e il rachitismo

    Mangiare troppa carne fa male al fegato, ma può causare anche lo sviluppo di alcune malattie, come lo scorbuto e il rachitismo. In effetti non bisogna dimenticare che in molti tipi di carni non sono presenti tutti quegli elementi fondamentali, che il corpo utilizza per costruire i tessuti sani. In particolare, la carne è priva di vitamine e sali di calcio. Tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno per la costruzione di tessuti si trovano specialmente nella frutta fresca e nelle verdure.

    841

    LEGGI ANCHE