Mangiare senza bere fa bene o fa male?

Mangiare senza bere fa bene o fa male? Non tutti gli esperti sono d’accordo sull’argomento

da , il

    mangiare senza bere fa bene o fa male

    Mangiare senza bere fa bene o fa male? Il discorso è piuttosto complesso, perché gli esperti sono divisi sull’argomento. E’ chiaro che circa il 70% del corpo umano è composto di acqua e che la fame spesso può essere un segnale di sete, che non viene interpretato bene. Sicuramente, se consideriamo tutti questi fattori, bere durante i pasti può essere veramente essenziale. Tuttavia la scelta del momento in cui introdurre acqua nel nostro corpo è essenziale, perché, secondo altri, l’acqua ingerita durante i pasti potrebbe influire sulla digestione, rallentandola e provocando qualche problema. Non tutti sono d’accordo, perché secondo altri è proprio l’assunzione di acqua mentre mangiamo che potrebbe stimolare il tratto gastrointestinale. Vediamo di capirne di più.

    Perché fa bene

    Per certi versi bere durante i pasti potrebbe anche fare bene. Ci sono dei falsi miti sull’acqua che dobbiamo superare. Alcuni esperti, infatti, ritengono che l’acqua consumata possa aiutare il tratto gastrointestinale, stimolandolo e permettendo la contrazione e il rilassamento involontario dei muscoli che muovono il cibo attraverso lo stomaco. Secondo alcune ricerche, bere acqua aiuta a bilanciare il peso. Non che l’acqua faccia dimagrire, ma sicuramente non ha calorie e, bevuta durante il pranzo o la cena, aiuta a riempire lo stomaco, a provare un maggiore senso di sazietà e quindi a mangiare di meno.

    E’ provato che a volte pensiamo di avere fame, ma in realtà abbiamo soltanto sete. Inoltre uno studio condotto dall’American Chemical Society di Boston ha messo in evidenza che chi beve 2 bicchieri di acqua immediatamente prima di mangiare ha la possibilità di consumare il 75% e il 90% in meno di calorie ricavate dai cibi.

    Secondo gli esperti, l’acqua bevuta durante i pasti non farebbe aumentare la ritenzione idrica, ma stimolerebbe il funzionamento dei reni e permetterebbe di equilibrare i livelli di idratazione del corpo. Secondo altri studiosi, con l’introduzione dell’acqua vengono inumiditi i tessuti del corpo, vengono protetti gli organi interni, si alleggerisce il carico dei reni e del fegato e si scioglierebbero meglio i minerali e le sostanze nutritive, rendendoli accessibili alle cellule. Inoltre l’acqua è importante per combattere la stitichezza.

    Perché fa male

    L’acqua dovrebbe essere evitata mentre si consumano carboidrati, perché potrebbe ostacolare la digestione. Soprattutto questo potrebbe avvenire quando si beve mangiando patate, pane, riso e pasta. Sono tutti alimenti che, con l’apporto di acqua, “si gonfiano” e concorrono a farci sentire più gonfi. Qualche controindicazione ci sarebbe anche nel caso dell’acqua fredda o con cubetti di ghiaccio bevuta mentre si sta mangiando.

    Sarebbe meglio bere acqua a temperatura ambiente, perché l’acqua fredda alzerebbe il ph dell’organismo, rendendo più difficile la digestione. Gli esperti suggeriscono che durante il giorno si dovrebbe bere acqua ogni mezz’ora, soprattutto in estate, anche se non si avverte l’esigenza di bere. Inoltre raccomandano che la sera sarebbe buona abitudine bere 2 o 3 bicchieri d’acqua, aspettando 30 minuti prima di cenare.