Malattie del cuore: poca trasparenza

Malattie del cuore: poca trasparenza

La situazione medica in fatto di prevenzione e cura delle malattie cardiache in Italia e' molto buona, undicesima tra i 29 migliori paesi a livello mondiale

da in Analisi Mediche, Benessere, Cuore, Cure, Malattie, Ospedali
Ultimo aggiornamento:

    Ospedali

    Sebbene undicesima in classifica, l’Italia, si distingue nel panorama internazionale per la qualita’ delle cure e dei programmi salvacuore attuati. In fatto di prevenzione alle malattie cardiache il risultato del primo Heart Index stilato da EuroConsumer, ha dato conto di una situazione italiana buona, rispetto ai 29 paesi in totale analizzati.

    L’Italia avrebbe ottenuto 715 punti, su circa mille che erano al massimo livello, primo si e’ qualificato il piccolissimo Lussemburgo, seguito dalla Norvegia, la Francia e la Svizzera.

    L’Italia non puo’ lamentarsi della sua situazione, anche se emerge un punto debole generale in seno al Sistema Sanitario Nazionale. Il punto debole sta nella poca trasparenza nell’informare i pazienti sulle possibilita’ farmacologiche e sulle terapie, in generale offuscando il sistema.

    Non essendo semplice per il consumatore entrare nella logica del sistema non si puo’ altro fare, da malato, che seguire le prescrizioni mediche, le quali dipendono piu’ dalla predisposizione, familiarita’ e conoscenza del medico di appoggio e dalle disponibilita’ del momento.


    I tempi di attesa in Italia?
    Non troppo eccessivi, se si pensa che per la maggior parte delle malattie e dei disturbi non urgenti (non di pronto intervento) esiste la possibilita’ di scegliere tra cure pubbliche, private, con sanitaria o a pagamento, con pari qualita’ di servizio.

    285

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Analisi MedicheBenessereCuoreCureMalattieOspedali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI