NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Malaria: sintomi, contagio e prevenzione

Malaria: sintomi, contagio e prevenzione

Scopriamo di più sulla malaria, che ha sintomi come febbre e brividi e il cui contagio avviene tramite punture d’insetto

da in Malaria, Malattie

    malaria sintomi contagio prevenzione

    Malaria: vediamo i sintomi, come avviene il contagio e qual è la giusta prevenzione. La malattia è causata da parassiti monocellulari del genere Plasmodio. I sintomi possono variare in base alla specie di Plasmodio che sta alla base dell’infezione. In genere è presente la febbre con sudorazione, mal di testa e nausea. La malaria si trasmette tramite punture d’insetto (zanzare del genere Anopheles) e molto più raramente da persona a persona. A disposizione, per la terapia, alcuni farmaci antimalarici, per la somministrazione dei quali non è sempre necessario il ricovero in ospedale.

    I sintomi della malaria possono essere variabili. Nella fase iniziale della malattia i soggetti appaiono di solito colti dalla stanchezza, hanno poco appetito e problemi di sonno. Questi sintomi vengono accompagnati da brividi e dalla febbre. La temperatura corporea si alza gradualmente e poi, quando la febbre si abbassa, si inizia a sudare abbondantemente.

    Tra le altre manifestazioni sintomatologiche troviamo anche il mal di testa, la nausea, dolori generalizzati e l’ingrossamento anomalo della milza.

    Generalmente il contagio della malaria avviene attraverso punture d’insetto (zanzare del genere Anopheles). Piuttosto raro è il caso in cui la patologia si trasmette da persona a persona. Il periodo di incubazione può durare da 10 giorni a un mese e la diagnosi avviene attraverso delle analisi del sangue: esso viene analizzato allo scopo di individuare l’eventuale presenza dei parassiti.

    La prevenzione della malaria deve essere messa in pratica soprattutto se ci si reca in viaggio in una zona ad alto rischio: zanzariere alle finestre e intorno al letto e prodotti repellenti possono essere delle misure semplici, ma efficaci. Prima di recarsi specialmente nelle zone tropicali, dove la malattia è diffusa, è bene parlare con il proprio medico, che potrà prescrivere dei farmaci efficaci nella profilassi della malaria.

    A disposizione della medicina esistono alcuni farmaci antimalarici per la cura della malaria. Fra questi medicinali, ad esempio, la clorochina o il chinino, che vengono somministrati per via orale, con un’iniezione o per endovena. Soltanto in quest’ultimo tipo di somministrazione è necessario ricoverarsi in ospedale, per permettere ai medici di controllare anche l’eventuale necessità di integrazione di liquidi, di trasfusione di sangue o di aiuti alla respirazione. Con i farmaci appositi la malaria può essere curata in 2 settimane.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalariaMalattie
    PIÙ POPOLARI