Malaria: è giallo su un contagio milanese

Malaria: è giallo su un contagio milanese

Malaria: è giallo su un contagio milanese

da in Malaria, Malattie, News Salute

    Zanzara della malaria

    Si è verificato un fatto molto strano ad una donna milanese, accortasi a seguito di un controllo medico occasionale, di essersi ammalata di malaria senza che però avesse avuto alcuna occasione per incorrere nella malattia, visto che né lei né alcun suo familiare prossimo hanno effettuato viaggi in zone a rischio.Il giallo, dunque, risulta ancora più fitto, come avrebbe fatto la donna ad ammalarsi di malaria senza che ve ne fossero le condizioni?

    Un indizio ci sarebbe; la donna è stata ricoverata qualche mese fa in un ospedale meneghino per dei controlli ed in quella sede sarebbe entrata in contatto con un paziente affetto da malaria e allora ci si chiede; potrebbe essersi infettata così? Si, è la risposta, perché questo resterebbe l’unico elemento a disposizione per spiegare il contagio della donna ma, “l’ipotesi di un contagio tra i due è da escludere”, assicura Edgardo Valerio, direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città di Milano, intervenuto oggi a un convegno sulla lotta alle zanzare organizzato dalla Facoltà di Agraria dell’università degli Studi meneghina.

    Come pure è da escludere, che una zanzara milanese abbia potuto pungere l’uomo, ‘infettarsi’ a sua volta, pungere quindi la donna e trasmetterle la patologia.

    “Quel che è certo è che non si tratta di una zanzara autoctona”, prosegue Valerio, garantendo “l’assoluta eccezionalità del caso” e invitando i cittadini a “non avere alcun timore.

    Non c’è alcun allarme”, dice.

    A questo punto ecco profilarsi una spiegazione plausibile, la zanzara che ha punto la signora è stata trasportata coi bagagli direttamente dai Paesi a rischio comodamente stivata in valigia e questa sembrerebbe la risposta più logica, dunque, nessun allarmismo ma gli studiosi si sono messi immediatamente all’opera eseguendo indagini genetiche sui due plasmodi quello che ha infettato la donna e l’uomo per vedere se si ravvisano novità ed elementi utili alle “indagini” e poi si vedrà come dipanare il fitto mistero.

    347

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalariaMalattieNews Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI