Mal di schiena: il primato italiano

Mal di schiena: il primato italiano

Il mal di schiena attacca e non molla piu', finche' non si trova un modo per curarlo o non se ne rimuove la causa principale; quando il mal di schiena si protrae per piu' di 12 settimane, allora si comincia a parlare di mal di schiena cronico, main questo caso il dolore deve essere permanente e fitto, quando invece si manifesta sporadicamente ma con episodi acuti, non si tratta di patologia cronica ma di sofferenza limitata a un periodo

da in Mal di schiena, Malattie, News Salute, postura
Ultimo aggiornamento:

    Letto

    Letto

    Il mal di schiena attacca e non molla piu’, finche’ non si trova un modo per curarlo o non se ne rimuove la causa principale; quando il mal di schiena si protrae per piu’ di 12 settimane, allora si comincia a parlare di mal di schiena cronico, ma in questo caso il dolore deve essere permanente e fitto, quando invece si manifesta sporadicamente ma con episodi acuti, non si tratta di patologia cronica ma di sofferenza limitata a un periodo.


    Il mal di schiena
    non ha delle cause definite, anche se si ritiene che il dolore, di per se’, sia uno dei peggiori a livello di handicap che ne deriva: per colpa del mal di schiena si perdono giornate di lavoro, cene, uscite, amicizie e anche ore di sonno, con una ripercussione diretta sulla qualita’ della vita e anche sul portafoglio.

    Per risolvere il problema del mal di schiena
    e’ necessario, nella maggior parte dei casi, andare oltre l’esercizio fisico: non sempre la palestra e’ sufficiente, per cui la necessita’ costringe a ricorrere all’uso di antinfiammatori, massaggi, chiropratica e a volte elettrostimolazione. Gli studi che sono stati fatti sul mal di schiena, a livello internazionale, sono 43, che comprendono una settantina di diverse tipologie di intervento.

    Per rimanere nell’ambito del paese nostro ci basti riportare che il mal di schiena e’ il male che in Italia e’ maggiormente diffuso
    : lo stile di vita sempre piu’ sedentario e la mancanza di esercizi fisici adeguati sono al centro di attente indagini, che serviranno a capire come mai, in Italia, rispetto agli altri paesi, si soffre cosi’ tanto di mal di schiena. Questa patologia e’ anche quella che, secondo i dati espressi dai sindacati, e’ al primo posto come causa di assenza dal lavoro.

    Secondo i dati statistici 80 italiani su 100 avrebbero sofferto, almeno una volta nella vita, di mal di schiena, che insieme al raffreddore e’ uno dei piu’ ricorrenti motivi per cui gli italiani vanno dal loro medico di famiglia; la differenza tra uomini e donne non e’ sostanziale ai fini di valutare l’impatto della malattia, ma la gamma di patologie di cui soffre l’italiano medio e’ veramente vasta: lombosciatalgia, sciatalgia, mal di schiena classico, male alla zona sacrale, lombalgia e dolori diffusi a piu’ zone della colonna, sia a carattere episodico, il piu’ comune, ma anche e sempre piu’ spesso, specialmente per chi svolge lavori sedentari, a carattere cronico.

    Fonte
    Hayden JA et al. Systematic review: strategies for using exercise therapy to improve outcomes in chronic low back pain. Ann Intern Med. 2005 May 3;142(9):776-85

    523

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mal di schienaMalattieNews Salutepostura
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI