Mal di schiena: qualche rimedio per trovare sollievo dal dolore

Mal di schiena: qualche rimedio per trovare sollievo dal dolore

    immagine articolo schiena

    Quante volte il mal di schiena ci ha rovinato la giornata? Una postura scorretta in ufficio, uno sforzo di troppo in palestra, un materasso troppo morbido o un periodo di tensione… e a farne le spese è la nostra povera schiena. Il dolore può essere a volte lieve e manifestarsi magari solo quando proviamo a sollevare un peso o a piegarci, a volte molto acuto tanto da impedirci di muoverci agevolmente nei piccoli gesti di tutti i giorni. Per evitare e contrastare i dolori muscolari è importante apportare qualche piccolo accorgimento nello stile di vita, per esempio porre maggiore attenzione alle posture assunte nel corso della giornata, fare qualche esercizio mirato e dedicarsi a una sana attività fisica per rinforzare i muscoli.

    Il mal di schiena si può evitare e contrastare con qualche piccolo accorgimento. Una delle cause più diffuse del dolore è la postura scorretta, stare troppo tempo in piedi o, al contrario, troppo tempo seduti magari su sedie non adatte, può essere pericoloso per la nostra schiena. Per questo è fondamentale che il peso corporeo sia distribuito su entrambi i lati del corpo, sia da seduti, con l’aiuto di uno schienale, sia in posizione eretta. Attenzione anche ai piegamenti bruschi: meglio sempre piegarsi sulle ginocchia piuttosto che caricare il peso sulla schiena. E se si fa vita prevalentemente sedentaria, è opportuno sgranchire spesso i muscoli, ritagliandosi qualche minuto per una breve camminata o per dedicarsi allo stretching. Anche fare attenzione al peso mantenendo un peso forma corretto può essere d’aiuto per evitare il mal di schiena.

    Da tempi immemori il calore viene utilizzato a scopo terapeutico per lenire dolori muscolari e articolari oltre che per favorire un benessere psicofisico. Basti pensare alle terme degli antichi Romani e alle numerose pratiche terapeutiche tradizionali basate sulla cosiddetta termoterapia o terapia termica. La termoterapia sfrutta l’applicazione locale di calore per indurre una vasodilatazione circoscritta che aumenta la circolazione sanguigna e il metabolismo, stimolando al tempo stesso la rigenerazione dei tessuti nel punto di applicazione. Inoltre il calore dona sollievo perché diminuisce la percezione del dolore. Aumentando la fluidità del liquido delle articolazioni e l’elasticità del collagene, il calore si rivela un aiuto anche per la flessibilità e mobilità articolare.

    Il principio della termoterapia sta alla base del funzionamento delle fasce autoriscaldanti ThermaCare, studiate per permettere al calore di penetrare in profondità in modo da raggiungere i muscoli contratti: gli ingredienti (ferro, carbone, sale e acqua) contenuti nelle celle di calore, si attivano a contatto con l’ossigeno presente nell’aria e sviluppano calore. Le fasce ThermaCare sono inodori, non lasciano alcun residuo e non ungono, comode da indossare sotto gli abiti, realizzate con una tecnologia brevettata, utilizzabili in qualunque circostanza e senza medicinali.

    Applicarle è semplice, basta aprire la confezione, posizionare la parte più scura delle celle rivolta verso la pelle e allacciare la fascia con l’apposito velcro: nel giro di una trentina di minuti le celle raggiungeranno la temperatura terapeutica di circa 40°C. Le fasce possono essere indossate per 8 ore al giorno fino alla durata massima di 7 giorni consecutivi. Con le fasce autoriscaldanti ThermaCare, disponibili in confezioni da due o quattro fasce monouso, il mal di schiena troverà sollievo.

    È un dispositivo medico CE, leggere attentamente le istruzioni d’uso. Autorizzazione alla pubblicità del 09/12/2016

    653

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mal di schienaMal di schiena e collo
    PIÙ POPOLARI