Mal di schiena: il dolore dipende dalla cultura

Il grado di cultura di una persona è in grado di influire sul dolore provocato dal mal di schiena, nel senso che la possibilità di comprendere le informazioni mediche stimola ad un atteggiamento pià efficace

da , il

    dolore mal di schiena

    Il dolore provocato dal mal di schiena è in stretta relazione con la cultura di una persona, nel senso che soffre di più chi non possiede gli strumenti culturali adatti ad accedere a tutte quelle informazioni di carattere medico, che possono rappresentare un aiuto per gestire al meglio i fastidi provocati, modificando anche il nostro atteggiamento verso il dolore.

    È questa la conclusione interessante alla quale è giunto Andrew Briggs, un fisioterapista della Curtin University of Technology di Perth, che ha affrontato l’argomento sulla rivista “Pain”. La questione consiste nel fatto che spesso molti pazienti hanno un atteggiamento negativo verso il loro mal di schiena cronico, considerandolo come un problema quasi irrisolvibile. Questo atteggiamento non li aiuta a gestire al meglio il dolore, provocando delle limitazioni funzionali che possono essere davvero gravi.

    Bisogna d’altra parte considerare che l’atteggiamento nei confronti del mal di schiena dipende essenzialmente nella possibilità che i pazienti hanno di accedere ad informazioni mediche e di comprenderle fino in fondo. Ed ecco che proprio da questa prospettiva entra in gioco il grado di cultura individuale. La cultura aiuta a capire meglio quali sono i motivi che possono determinare il dolore alla schiena, predisponendo i pazienti alla pratica di esercizi specifici e ad un atteggiamento più ottimista.

    È pure vero che un atteggiamento del genere induce a recarsi dal proprio medico e a considerare anche i fattori psicologici che risiedono dietro a un mal di schiena cronico. Un approccio migliore alla sofferenza che purtroppo non è proprio di tutti.