NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Mal di schiena: gli esercizi da fare per combattere il dolore

Mal di schiena: gli esercizi da fare per combattere il dolore
da in Dolore, Mal di schiena, Physio&Wellness
Ultimo aggiornamento: Giovedì 22/01/2015 18:49

    mal di schiena Il mal di schiena o rachialgia, letteralmente dolore del rachide, è una delle patologie più diffuse e invalidanti nei paesi industrializzati. Le cause sono numerose e spesso concomitanti: stare per molte ore seduti, avere una postazione lavorativa male organizzata, il sovrappeso, la vita sedentaria, calzature non adatte, esercizi sportivi praticati in maniera errata, ma anche piccoli infortuni mai curati, la gravidanza, una predisposizione genetica e molti altri ancora. Il mal di schiena, non è un dolore che nasce dalle vostre ossa, loro del resto non hanno modo per comunicare al corpo la sensazione di dolore, bensì parte da muscoli, articolazioni e nervi. Cause e conseguenze hanno spesso un rapporto circolare: sono indolenzito perché passo molte ore al computer, quando torno a casa mi sdraio a letto, e il giorno dopo torno a sedermi in ufficio e il dolore aumenta. E così via: dolore, inattività, dolore.
    Gli esercizi per i piedi

    La prima cosa da tenere presente, è che dobbiamo rimanere attivi: più ci costringiamo a rimanere fermi in alcune posizioni, più instauriamo delle limitazioni al nostro corpo, che adattandosi all’inattività manderà messaggi di dolore ogni volta che tenteremo un movimento più ampio. Iniziamo a combattere il dolore dalle scarpe: smettiamo delle scarpe con un tacco per quanto minimo, e che costringa il nostro piede schiacciando le dita. La volta plantare è uno specchio della salute della nostra schiena, se non lavora bene si riflette soprattutto nella zona lombare; quando siamo a casa camminiamo scalzi.

    Una pausa di 5 minuti

    Durante il lavoro o lo studio concediamoci una piccola pausa, anche di soli cinque minuti, dopo un’ora e sfruttiamola per muoverci, alziamoci e camminiamo per il corridoio, facciamo qualche piccolo movimento con il collo, dei cerchi, oppure muovendo il mento da destra a sinistra, come a voler dire no. Spesso una zona cervicale bloccata instaura un malfunzionamento di tutta la schiena.

    Gli esercizi a terra

    Quando arriviamo a casa, o se abbiamo la fortuna di esserci già, stendiamo un tappetino a terra, poggiando la schiena sulla superficie rigida e stringiamo le ginocchia verso il petto: vi darà un gran sollievo, specie se il vostro dolore è nella zona lombare. Rimanendo sdraiati al pavimento, e possibilmente vicino ad un muro, stendete le vostre gambe lungo di esso, sino a creare un angolo di 90° in verticale: è uno stretching fondamentale in questi casi, dovunque c’è un mal di schiena c’è una muscolatura contratta che ha bisogno di tornare a stendersi. Se non riuscite a far aderire le gambe alla parete, poggiate i talloni, respirate e provate a stenderle sin dove riuscite. Ripetendo l’esercizio ogni giorno guadagnerete un centimetro in più in estensione.

    La prevenzione

    Mantenete queste piccole attenzioni giornaliere, o con una cadenza settimanale di almeno tre volte, sia nel periodo di dolore più acuto che quando starete meglio: la prevenzione è la strada migliore per evitare ricadute o aumentare la durata dei vostri periodi di benessere. Tuttavia facciamo un’importante distinzione: se il mal di schiena è un evento momentaneo, anche di un mesetto o ricorrente per brevi periodi l’anno queste indicazioni potranno aiutarvi, ma se per voi ormai è una condizione quotidiana già da qualche mese o si accompagna a sensazioni di “scossa” o formicolio lungo le gambe, vi consiglio vivamente di rivolgervi dal vostro medico o fisioterapista, che avrà modo di integrare dei buoni consigli con manipolazioni e macchinari che renderanno più efficace il trattamento.

    628

    PIÙ POPOLARI